“Che fretta c’è?”

0
142

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Che fretta c’è?” (Li dehors a Civitavecchia)

Bisogna sta’ tranquilli,
Chi va piano va sano e va lontano
Er cittadino nun adè un tarpano,
Capisce che ce stanno li cavilli.

Ce vole tempo a fa’ un regolamento,
Mo so’ tre anni e semo ancora a bomba,
Che fretta c’è? nun semo ne la tomba
A annà piano ce sta piu godimento.

Li commercianti stanno assai incazzati?
Se carmeranno, nun esageramo,
Nun vorranno la gatta presciolosa

Che ha fatto fij che aderano cecati,
Co la lentezza noi se assicuramo
De nun pijà ‘na strada scivolosa.

Nun ve piace sta cosa?

La dovete accettà cos’ì com’è

In fonno, scusa, ma Che fretta c’è?

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY