“Li sorci ballerini”

0
147

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Li sorci ballerini”

Insomma pe le strade cittadine
Li sorci ormai la fanno da padrone
E so’ puro de grossa dimensione,
Co’ le penne sarebbero galline.

Mo l’assessore de pizze e piadine
Vorrebbe approfittà dell’occasione,
Pensa a li sorci come un’attrazzione,
Potrebbero passà pe’ ballerine.

A me st’idea me piace proprio tanto,
Doppo l’estate de la morta gora
Che nun se po’ negà ch’è stata un pianto,

Finarmente adè scoccata l’ora
Pe’ riscattalla sta città d’incanto:
Er sorcio ballerino a noi ce onora.

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY