“La monnezza”

0
203

CIVITAVECCHIA – Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “La monnezza”.

So’ preoccupato e nun ve lo nasconno
L’omo me pare ormai che s’è impazzito
Sarà che me so’ un po’ rincojonito
Quarche vorta succede che smadonno.

Nun è che a me me piace questo monno;
Lo vorrebbe cambià come un vestito
Ma ne vorrebbe uno più gradito
E nun posso pensà d’annà più a fonno.

Invece qua oramai solo se strilla
S’offenne, se calunnia e se disprezza,
Facenno gonfià puro la tonsilla.

Nun ve nasconno che me viè tristezza.
Ma piateve un po’ de camomilla,
Nun ve buttate in faccia la monnezza

Pasquino dell’OC

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY