Asl: “L’indice di tempestività dei pagamenti verso i fornitori resta eccellente”

0
132

CIVITAVECCHIA – Si mantiene “eccellente” l’indice di tempestività di pagamenti della Asl Rm 4. E’ la stessa azienda sanitaria a darne notizia, ricordando come già lo scorso maggio si era registrato il dato di migliore performance della Asl in termini di abbattimento dei tempi di attesa per il pagamento delle fatture ai fornitori.

“La Asl Roma 4 – si legge in una nota aziendale – anche durante i mesi estivi ha continuato a lavorare a pieno regime per mantenere il ritmo eccellente riscontrato negli ultimi mesi. L’indice di tempestività dei pagamenti rappresenta il periodo che intercorre tra la registrazione e il suo pagamento, calcolato con un algoritmo specifico. Come si evince dal sito istituzionale della Asl Roma 4, nella sezione amministrazione trasparente, per il primo trimestre 2018 l’indice di tempestività dei pagamenti è stato di 50,3 mentre per le fatture complessive relative al secondo trimestre 2018 è stato di 39 giorni. Ciò vuol dire che la Asl Roma 4 effettua i pagamenti in tempi inferiori rispetto a quelli previsti come “minimi” dalla normativa di riferimento (60 giorni)”.

“La Asl Roma 4 – prosegue l’azienda sanitaria – ha da tempo preso molto seriamente l’obiettivo della Regione Lazio di invertire la rotta riguardo ai pagamenti con i fornitori, garantendo la liquidazione delle fatture entro 30 giorni e il pagamento entro 60 giorni dall’emissione del documento. Tutto ciò è stato possibile grazie alla riorganizzazione della struttura preposta alle liquidazioni, che è stata accentrata in un unico ufficio liquidazioni, e accentrando la maggior parte delle attività di attestazione dei beni e servizi in un unico direttore dell’esecuzione del contratto (DEC) e infine individuando, cosi come richiesto dalla Regione Lazio, un Responsabile Unico delle Liquidazioni (RUL) con una funzione di monitoraggio settimanale dello stato delle fatture prossime alla scadenza e conseguenti segnalazioni a tutti gli attori del ciclo di certificazione”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY