Asl. Al via la campagna di vaccinazione contro l’influenza

0
282

vaccinoCIVITAVECCHIA – La Asl RmF sta organizzando, come tutti gli anni, la Campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale. Le attività inizieranno intorno alla seconda metà di ottobre, ma è già possibile fin d’ora effettuare la prenotazione presso i Centri Vaccinali, cinque nei vari distretti, oppure presso il proprio medico di famiglia.
L’influenza è una malattia provocata dai virus influenzali, che colpisce prevalentemente le vie respiratorie. L’infezione si trasmette  prevalentemente attraverso le goccioline di saliva emesse con la tosse, lo starnuto o anche semplicemente parlando. Il virus dell’influenza si diffondono più facilmente negli ambienti affollati ma possono resistere per un certo periodo di tempo anche nell’ambiente e possono contaminare oggetti e superfici. Per questi motivi una buona igiene delle mani ed una buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si tossisce o starnutisce) rappresentano precauzioni semplici da prendere ma che hanno una ottima efficacia per prevenire la diffusione della malattia.
Solitamente la malattia dura circa una settimana e si risolve con la guarigione. In alcuni casi possono verificarsi complicazioni causate ad esempio da sovrainfezioni batteriche (polmoniti, sinusti, otiti), disidratazione e soprattutto peggioramento di malattie preesistenti (ad es. malattie croniche dell’apparato cardiovascolare, respiratorio, renale, ecc…).
La popolazione cui la Regione Lazio offre gratuitamente la vaccinazione antinfluenzale, sulla base delle indicazioni fornite dalle Circolari annuali del Ministero della Salute, è costituita dalle seguenti categorie: soggetti di età superiore ai 65 anni al 31/12/2010; soggetti di età superiore a 6 mesi e inferiore a 65 anni affetti da malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio (inclusa l’asma, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva – Bpco) anche ricorrenti per i soggetti di età inferiore ai 9 anni, malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite, diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con Bmi superiori a 30 e gravi patologie concomitanti), malattie renali con insufficienza renale, malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie, tumori, malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da Hiv, malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari); soggetti di età superiore a 6 mesi e inferiore a 18 anni in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; personale delle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Polizia Provinciale, Polizia Municipale, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia penitenziaria, Guardia Forestale), Vigili del Fuoco e personale della protezione civile; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte d’infezione da virus influenzali non umani: allevatori, addetti all’attività di allevamento, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori e vaccinatori, veterinari pubblici e libero-professionisti; altri soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, quali (indicativamente): altre forze armate, personale degli asili nido, di scuole dell’infanzia e dell’obbligo, addetti poste e telecomunicazioni, volontari servizi sanitari di emergenza, personale di assistenza case di riposo.
Le vaccinazioni saranno eseguite dai medici di famiglia e dal Servizio Vaccinale aziendale. Per vaccinarsi presso il servizio vaccinale aziendale occorrerà prenotarsi ai numeri di telefono indicati. Tutte le informazioni saranno anche pubblicate anche sul sito aziendale www.aslrmf.it Come e più degli anni scorsi si raccomanda caldamente la vaccinazione ad anziani e soggetti a rischio. Per questa vaccinazione è sufficiente una sola dose di vaccino (solo i bambini al di sotto dei 9 anni che non abbiano mai eseguito prima la vaccinazione eseguiranno 2 dosi)
Distretto F1
Le prenotazioni possono essere effettuate dal lunedì al venerdì dalle ore 11.30 alle 13.00 dall’1 al 22 ottobre 2010 telefonando al numero 0766/501902

Distretto F2
Le prenotazioni possono essere effettuate dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle 13.30 dall’1 al 22 ottobre 2010 telefonando ai numeri 06/96669992 (Ladispoli) e 06/96669313 (Cerveteri).

Distretto F3
Le prenotazioni possono essere effettuate dal lunedì al giovedì dalle 11.00 alle 12.30 dal 4 al 22 ottobre 2010 telefonando al numero 06/96669156.

Distretto F4
Le prenotazioni possono essere effettuate dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00 dall’1 al 22 ottobre 2010 telefonando al numero 06/96669784

NO COMMENTS