Arriva a Civitavecchia “Al cuore del diabete”, campagna nazionale di prevenzione del rischio cardiovascolare nei diabetici

0
312

CIVITAVECCHIA – Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di disabilità e morte nelle persone con diabete tipo 2: rispetto a una persona sana, chi ha il diabete ha rischio di morte doppio e quadruplo di infarto o ictus, ma ben 1 su 4 non si considera a rischio

Asl Roma 4 ha dato il suo patrocinio alla campagna, per l’importanza che rappresentano le iniziative sulla prevenzione svolte dalle associazioni che operano sul territorio. La campagna, realizzata con il patrocinio di SID – Società Italiana di Diabetologia e AMD – Associazione Medici Diabetologi, in connessione con il progetto internazionale Cities Changing Diabetes e il contributo non condizionato di Novo Nordisk, prevede un’unità mobile che sta facendo tappa in 50 città dove è possibile confrontarsi con gli specialisti e ricevere una valutazione diagnostica.

Civitavecchia – 20 maggio 2019 Parco Yuri Spigarelli – Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di disabilità e morte nelle persone con diabete tipo 2: rispetto a una persona sana, chi ha il diabete ha rischio di morte doppio e quadruplo di infarto o ictus.

La campagna di sensibilizzazione su diabete sarà presente a Civitavecchia Parco Yuri Spigarelli con un’unità mobile dove sarà possibile ricevere una valutazione diagnostica del rischio cardiovascolare. Una volta completato il percorso degli esami previsti – misurazione dei valori di emoglobina glicata e del profilo lipidico, ecocardiogramma ed ecocolordoppler carotideo – sarà possibile confrontarsi con gli specialisti – diabetologo e cardiologo. Alla fine del percorso saranno forniti tutti i risultati per la condivisione con il proprio medico. L’unità mobile partita a marzo e farà tappa in circa cinquanta località diverse, incluse le 14 città metropolitane, dove risiedono il 52 per cento delle persone con diabete in Italia. Nel mondo, attualmente 2 persone con diabete su 3 vivono in un nucleo urbano, con una stima dell’International Diabetes Federation che prevede nei prossimi 25 anni questo rapporto crescere a 3 su 4.
Si invitano i cittadini a partecipare a questa iniziativa per la promozione della salute.

 


Dott.ssa Marika Campeti
Ufficio Stampa
Asl Roma 4

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY