Non affidatevi al web e ad improvvisati “coach della dieta”

0
254

Si dice che una buona informazione sia la migliore medicina, tuttavia, proprio come i farmaci, un’informazione data con leggerezza o in maniera sbagliata può avere effetti dannosi.
Questo semplice concetto intende responsabilizzare chiunque diffonda informazioni sanitarie e sensibilizza chi le legge, ed è quanto mai attuale nell’epoca del web, dove la possibilità di pubblicare documenti è alla portata di chiunque e la ricerca di informazioni mediche, anche dai non addetti ai lavori sempre più elargita.
La Dott.ssa Patrizia Angeletti, psicologa psicoterapeuta del Centro Salute Mentale ASL Roma4 con incarico di alta specializzazione nella valutazione e intervento dei Disturbi del Comportamento Alimentare, spiega che è opportuno stilare una serie di linee guida e regole generali per valutare l’attendibilità delle informazioni mediche apprese nel web, usando meglio le sue innumerevoli risorse. “Il web ormai è pieno di pagine che promettono, ad esempio, tante metodologie relative ai vari tipi di dieta – spiega la Dottoressa – Quello che non viene, per ovvie ragioni, specificato e che i consulenti o simili, non sono che venditori di integratori e prodotti dimagranti di vario genere e non certo specialisti, medici o biologi, formati con tanti di anni di studi e lavori sul campo. Nel web si legge di miracolose diete con specifici integratori o tisane…. Il modus operandi dei consulenti coach, alla richiesta di informazioni è sempre lo stesso: ‘se sei interessato ti darò tutte le informazioni in privato’. Pur garantendo un supporto gratuito dove i coach si prodigano nel dispensare consigli inerenti alla nutrizione e all’attività motoria, ricevono laute provvigioni dai prodotti che a titolo gratuito e per il benessere dei loro clienti consigliano. Spesso si tratta di vendite multilivello in cui ogni coach guadagna su altri coach, in una catena esponenziale, dove si cerca di massimizzare il profitto; la modalità è quella di far leva sulle insicurezze di persone, spesso demotivate, facendo per loro una sorta di tifo a distanza. E’ ovvio che perdere peso iniziando a seguire uno stile di vita sano, abbinato ad attività fisica e ad una dieta, anche non stilata da esperti scientifici, quindi anche molto discutibile, è sicuramente possibile, ma ha i suoi rischi. C’è da chiedersi: voi che volete dimagrire siete sicuri di non poter ottenere gli stessi risultati evitando di usufruire di integratori alimentari?”.
La Dott.ssa ricorda che non esistono dimagrimenti miracolosi, il dimagrimento salutare verte intorno all’impegno di seguire consigli nutrizionali di esperti specializzati, che per ogni persona, studiano per far fronte alle loro esigenze e\o problematiche individuali.
Fondamentale – prosegue – è sempre istituire una collaborazione vis a vis, specialista\paziente per ottimizzare il percorso specifico per il raggiungimento dell’obbiettivo prefissato. L’esperto con cui il paziente si rapporta è il suo catalizzatore di ansie e il miglior rassicuratore e\o stimolatore per il risultato da raggiungere…non dimentichiamo quanto sia importante il rapporto umano e la relazione terapeutica che si instaura tra medico\paziente. Ricordo, inoltre, che il cibo è non solo nutrimento per i nostri bisogni corporei, ma anche per le nostre esigenze psicologiche, perché è strettamente legato ai nostri comportamenti, ai nostri sentimenti e alle nostre emozioni. Dobbiamo, quindi, essere consapevoli delle sue componenti emotive per viverlo con serenità, gusto e armonia. Infine, l’importanza e lo stretto legame del binomio ‘alimentazione e salute’ è sottolineata dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che considera la nutrizione adeguata e la salute, diritti umani fondamentali. L’alimentazione è uno dei fattori che maggiormente incidono sullo sviluppo, sul rendimento e sulla produttività delle persone, sulla qualità della vita e sulle condizioni psicofisiche con cui si affrontano le varie fasi della vita”.
Una dieta corretta è un validissimo strumento di prevenzione di molte malattie e di trattamento per molte altre. La dott.ssa Angeletti sottolinea l ‘importanza e il rispetto che ogni persona, che sperimenta difficoltà, dovrebbe avere per sè stesso, in questo caso, relativamente al sovrappeso, deve sapere che, tale problema, va affrontato con serenità, ma con specialisti che lavorano espressamente su questa criticità, o patologia.
Presso la Asl Roma 4 è presente il “Centro Sovrappeso e Obesità” presso il SIAN, in Via Terme di Traiano, stanza 105, 1°piano, Servizio che offre consulenze gratuite e consigli nutrizionali, oltre Valutazioni Psicologiche per diagnosticare la possibilità di sviluppare disagi o disturbi del comportamento alimentare.
Basta chiamare il numero di telefono 06\96669534 per avere un appuntamento ed iniziare un percorso che porti il paziente verso gli obiettivi prefissati.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY