Il tuo smalto per le unghie potrebbe farti ingrassare

0
1931

Avete mai guardato la composizione del vostro smalto? I ricercatori della Duke University hanno deciso di farlo ed il risultato non è davvero rassicurante. In collaborazione con l’Environmental Working Group, un’organizzazione americana specializzata nell’ambiente, hanno condotto uno studio sull’argomento e trovato la presenza di trifenile fosfato (TPHP) in molti smalti. Questa sostanza tossica, è un prodotto chimico usato anche nella fabbricazione della plastica, utilizzato per rendere la vernice più resistente. “È molto inquietante vedere che un prodotto per donne adulte e adolescenti contenga ciò che è pensato essere un interferente endocrino. È ancora più inquietante essere a conoscenza che il loro corpo assorbe rapidamente questo prodotto chimico dopo che hanno applicato uno strato di smalto“, ha dichiarato il Dr. Johanna Congleton portavoce del gruppo di lavoro ambientale. Per il loro studio, i ricercatori hanno selezionato dieci diversi smalti. Otto di essi contenevano il TPHP e tra queste bottiglie, due non menzionavano la presenza del prodotto sull’etichetta. Gli scienziati hanno analizzato anche l’urina di 26 donne volontarie che avevano applicato lo smalto. In 24 di loro sono stati rilevati anormalmente alti tassi di fosfato di difenile, un prodotto chimico creato quando il nostro corpo metabolizza il TPHP. Secondo il Dr. Heather Stapleton presso la Duke University, il fosfato di trifenile può influenzare la regolazione ormonale, il metabolismo, la riproduzione e lo sviluppo. Questo prodotto chimico è stato collegato anche all’obesità in un recente studio. Tuttavia c’è bisogno di ulteriori ricerche per stabilire dati certi. Questo non significa che un uso dello smalto sporadico comporta rischi gravi per la salute, ma è consigliabile usarlo con parsimonia. Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” evidenzia che “anche una delle università più famose e più prestigiose degli Stati Uniti, ha emesso un resoconto, confermando l’allarme dei altri studi al fine di porre chiarezza sulla pratica dell’uso degli smalti per unghie. Le Agenzie governative dovrebbero effettuare dal canto loro controlli per assicurarsi che i prodotti venduti per la manicure siano conformi alla regolamentazione e che le prestazioni proposte dai centri specializzati in questa pratica estetica presentino la giusta sicurezza che il consumatore può legittimamente richiedere”. Lo “Sportello dei Diritti”, inoltre, prosegue richiamando l’attenzione del pubblico sui rischi legati alle pratiche o all’utilizzo dei prodotti che non rispettano le disposizioni legislative e regolamentari in vigore,“soprattutto nel caso in cui i consumatori desiderino ricorrere all’uso di smalti per le unghie acquistando il prodotto su internet. Si ricorda, infine, di evitare un uso ripetuto troppo frequentemente”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY