Zingaretti in visita all’Hospice oncologico: entro ottobre l’apertura definitiva

0
191

CIVITAVECCHIA – Il Presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti ha visitato questo pomeriggio l’hospice oncologico di Via Braccianese Claudia. Una visita importante, la prima per Zingaretti, a rimarcare l’impegno e la volontà della regione di iniziare quanto prima l’attività dell’hospice. Insieme al Presidente, anche una corposa delegazione dalla Pisana, con il Vice Presidente Smeriglio e il responsabile della segreteria del commissario ad acta per la sanità laziale, Egidio Schiavetti. Nutrita anche la rappresentanza dell’Area metropolitana di Roma con i tecnici che negli anni hanno seguito l’intero iter, a partire dall’architetto Del Signore. Presente anche il consigliere Manunta. Per l’amministrazione di Civitavecchia il Sindaco Cozzolino e per l’Asl Rm4, che gestirà la struttura, il direttore generale Giuseppe Quintavalle. Visibilmente soddisfatto il capogruppo di Articolo 1- Mdp in consiglio regionale, Gino De Paolis, verso il quale il Presidente Zingaretti non ha risparmiato parole di gratitudine per l’impegno profuso in tutti questi anni. E in effetti, dopo la frana dello scorso anno, che ha interessato la parte posteriore della struttura, e per il quale la Regione è dovuta intervenire con 300 mila euro per la costruzione di un muro di contenimento, sembrava che l’opera stentasse a essere ultimata. Oggi appare invece in tutta la sua grandezza (2.200 mq) e con i tre piani perfettamente terminati e rifiniti. Soddisfatto anche il direttore generale della Fondazione Cariciv Vincenzo Cacciaglia, anch’esso presente al sopralluogo di oggi ed Enrico Luciani, che ha già dichiarato di voler contribuire come Compagnia Portuale.

L’hospice oncologico sarà dotato di nove posti letto accreditati, ma soprattutto produrrà trentasei terapie domiciliari. Almeno venti, tra medici e sanitari, saranno presenti nella struttura, più il personale per le visite domiciliari. La Asl rm4 gestirà tutto e a tal proposito il direttore Quintavalle ha dichiarato: “ siamo chiamati ad un grande sforzo ed impegno ed il mio ringraziamento per la regione Lazio sta nell’ aver reso completamente pubblica l’opera e di aver affidato all’Asl la gestione in totale autonomia. E’ un esperimento importante perché non ce ne sono altri così, gli altri sono gestiti da onlus”.

hospiceA Nicola Zingaretti, naturalmente, le conclusioni: “questo è un esempio di sanità del futuro, sono convinto che diventerà un luogo di eccellenza. Non esiste nel Lazio un hospice oncologico completamente pubblico e sono contento che questa sperimentazione parta proprio da Civitavecchia. Sperimentazione pubblica di accoglienza per malati oncologici che va nella direzione dell’umanizzazione del servizio sanitario nazionale. A Settembre, al massimo Ottobre, inaugureremo l’hospice. Sarà una struttura perfettamente integrata nella rete delle cure regionale. Sento il dovere di ringraziare Gino De Paolis, il quale ha esercitato su di me un vero e proprio stalking, non certo da adesso, ma già da quando ero presidente della Provincia di Roma. Una dedizione straordinaria, quella di Gino, che oggi viene premiata con merito. Quando ne parlammo la prima volta, sembrava qualcosa di molto lontano. Oggi i bilanci della Regione per la prima volta sono in attivo, abbiamo ricominciato ad assumere: siamo passati dai 60 del 2013 ai 1800 di quest’anno e del prossimo. Dentro questo ampliamento dei servizi vogliamo costruire un lavoro diverso teso all’efficientamento, ma anche ai modelli come questo, in un luogo meraviglioso e soprattutto pubblico.”

 Jeeg Robot

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY