“Verso una grande manifestazione, tutti a Roma il 26 Novembre”

0
190

CIVITAVECCHIA – Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Giornata istituita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite che ha ufficializzato la data a Bogotà nel 1981.
La violenza sulle donne e? una violazione dei diritti umani che coinvolge tutti gli strati e gli ambiti della società, da quello familiare a quello sul lavoro.
Minacciare, umiliare, picchiare: la violenza sulle donne non e? solo l’aggressione fisica di un uomo contro una donna, ma include anche vessazioni psicologiche che minano l’autostima e l’identità, creando isolamento, ricatti economici, minacce, violenze sessuali, persecuzioni che spesso vengono usate per esercitare il potere degli uomini nei confronti delle donne, attraverso un clima di paura che il più delle volte coinvolge anche i figli.
Il Pd di Civitavecchia aderisce alla manifestazione contro la violenza sulle donne.
Aderire con consapevole e sentita solidarietà e dimostrare interesse partecipato verso tutte quelle energie sociali che lottano per spezzare la morsa violenta che attanaglia e uccide le donne della nostra comunità non è solo un atto di sensibilità verso le stesse vittime che subiscono, spesso incapaci di reagire, la ferocia dell’abuso, non è neanche un semplice sostegno a tutte le forze che attivamente sono impegnate in questa lotta, ma un atto di civile e doverosa tutela sociale e morale verso le proprie cittadine donne.
Le notizie di cronaca ci informano quotidianamente di morti violente e dolorose di donne giovani, meno giovani e bambine, per mano di uomini, e le statistiche evidenziano aumenti a ritmo esponenziale. La maggior parte dei crimini compiuti contro le donne rappresentano il tragico epilogo di un percorso di vita intriso di atteggiamenti e atti violenti subiti per anni; sono un insieme di atti mirati e finalizzati intenzionalmente a fare del male o a terrorizzare la vittima, ad incuterle terrore, a manipolarla, a discriminarla, a declassarla, a disprezzarla per interi periodi della sua vita, che spesso si concludono con la morte.
Lontana è ancora l’uguaglianza del salario e lontana è ancora la cultura del rispetto alle donne come persona con la sua identità sociale e di genere definita.
Alla luce di questo quadro sociale e culturale il Partito Democratico auspica che l’emergenza sociale trovi risposta nell’impegno politico a sostegno della sensibilizzazione culturale di genere, della germinazione di una cultura condivisa della dignità della persona-donna e della creazione di politiche di sostegno socioeconomico alle donne in difficoltà. Si unisce con sentita solidarietà e impegno alla battaglia contro il femminicidio e qualsiasi forma di violenza contro le donne.
Impossibile non ricordare. Impossibile non aderire. Ni una menos! Non una di meno!

Enrico Leopardo – Segretario PD Civitavecchia

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY