Tirreno Power ci regala una domenica all’insegna della salute

0
449

CIVITAVECCHIA – Scena purtroppo assai consueta quella verificatasi intorno alle 8:30 di ieri mattina, quando dalla centrale di Torre Valdaliga Sud si è levata una intensa nube grigiastra, che in breve ha avvolto quasi tutta la struttura, come ben visibile dalla foto. Nuvola che è stata accompagnata anche da un forte rumore, percepita da molti cittadini, generando comprensibile preoccupazione.
Il Codacons Lazio, che ha già interessato dell vicenda l’Arpa Lazio, ha pertanto fatto richiesta al Sindaco e alla Protezione Civile, in qualità rispettivamente di responsabile della salute dei cittadini di Civitavecchia, di essere informati delle risultanze delle indagini che l’associazione si augura siano state messe prontamente in atto.
“L’Associazione – afferma la presidente regionale Sabrina De Paolis – si augura di poter sapere quanto prima se e quali pericoli hanno corso i cittadini, e se le sostanze sprigionatesi nell’aria possano avere ripercussioni sulla loro salute, sia a breve che a media-lunga scadenza”.

Indirettamente la risposta al Codacons arriva dal Consigliere comunale del M5S Francesco Fortunato: “L’episodio avvenuto ieri mattina all’interno della centrale di TVS, episodio di cui l’Amministrazione ha chiesto i dovuti chiarimenti a Tirreno Power (mettendone formalmente a conoscenza anche Ministero dell’Ambiente e ISSPRA), ci dà ancora una volta lo spunto per sottolineare quello che fin dal primo istante del nostro insediamento andiamo sostenendo: è impensabile che un’installazione produttiva come quello di TVS possa operare e, soprattutto, assicurare dei margini di sicurezza accettabili con il personale ridotto ai minimi termini come la società continuamente ripete. La fuoriuscita di grosse quantità di quello che è verosimilmente vapore dall’interno dell’impianto piuttosto che dalle ciminiere denota chiaramente che due anni di solidarietà e quattro mesi di cassa integrazione cominciano a farsi sentire pesantemente sulla qualità, e probabilmente la quantità, delle manutenzioni effettuate all’interno della centrale. Ancora una volta come Amministrazione ribadiamo, se ancora ce ne fosse bisogno, la nostra contrarietà alle politiche industriali di Tirreno Power riguardanti l’impianto di TVS e continueremo a pressare tutti gli organismi preposti per evitare che tale impianto diventi, oltre che dal punto occupazionale, una bomba a tempo anche dal punto di vista della sicurezza”.

Aspettarsi una qualche convincente spiegazione da Tirreno Power, sebbene auspicabile, sembra già inutile. L’unica che potrebbe arrivare, stantia ed irritante, è la solita storiella dell’innocuo vapore acqueo, che come tutti sanno è grigio e gorgheggia…

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY