Tidei: “Perché Cozzolino non ha informato la città che era indagato?”

0
197

CIVITAVECCHIA – “Siamo sempre stati e restiamo garantisti, ma la notizia del rinvio a giudizio del sindaco di Civitavecchia e mister trasparenza, Antonio Cozzolino, ci impone una considerazione imprescindibile. Un rinvio al giudizio non è una condanna definitiva, dato che in Italia esistono tre gradi di giudizio, ma dato che i 5 Stelle hanno sempre professato trasparenza, soprattutto nei confronti dei cittadini, ci saremmo aspettati un atteggiamento diverso da Cozzolino”.
Lo dichiara la parlamentare Pd Marietta Tidei, secondo cui “il primo cittadino avrebbe dovuto informare i cittadini della vicenda dal momento dell’iscrizione nel registro degli indagati non quando si è arrivati alla fine, con il rinvio al giudizio”. “Noi del Pd siamo garantisti davvero – conclude – e non chiediamo un passo indietro del sindaco, ma sottolineiamo l’incoerenza tra il principio di trasparenza professato a parole e i comportamenti, che hanno tutt’altro stampo. Auguriamo quindi a Cozzolino che questa vicenda si concluda nel miglior modo possibile”.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY