“Terminal del gusto: un circuito chiuso senza sinergia con la città”

0
159

CIVITAVECCHIA – “Non ci rassicurano affatto le dichiarazioni del presidente de Il buono srl. Anzi siamo ancora più preoccupati. La sensazione è che non si voglia fare in modo che i turisti si raccordino con la città, ma che vengano tenuti all’interno di un centro che impedisce quello che è l’obbiettivo di un decennio: un rapporto vero tra città e porto, ma rimangano in un circuito chiuso, una specie di barriera.”
É quanto dichiara in una nota il Commissario dì Confcommercio Civitavecchia, Tullio Nunzi.
“La caratteristica del turismo – prosegue Nunzi – è che diversamente da altri settori ha il suo valore aggiunto nella capacità che ha di propagarsi nel territorio. Una struttura di questo tipo impedirebbe una vera sinergia tra porto e città. Oltre a ciò non mi sembra che il terminal abbia dato i risultati previsti. Itinerari turistico culturali, vie dello shopping, gastronomia locale, eventi culturali al traino, queste sono le alternative per fare in modo che si attivi finalmente quel rapporto tra città e porto. Anche Confcommercio ha chiesto un incontro con il presidente dell’autorità portuale per fare finalmente di Civitavecchia una vera città porto”.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY