Sopralluogo sui luoghi dell’incendio: “Massima severità con chi ha tenuto condotte pericolose”

0
297

CIVITAVECCHIA – Sopralluogo del aindaco Antonio Cozzolino questa mattina sui luoghi colpiti dal terribile incendio che nella giornata di ieri ha investito la zona nord di Civitavecchia. Insieme a lui il consigliere comunale Righetti e il comandante della Polizia Locale avv. Cucumile.
“Come primo cittadino – commenta il sindaco – ho ritenuto doveroso ieri essere in prima linea nel dare il mio contributo al valido lavoro degli uomini in divisa e dei volontari, ed oggi a verificare in prima persona i danni alle abitazioni e cose che alcuni concittadini hanno subito. Per fortuna non ci risultano feriti dal vasto incendio. In alcuni casi i danni sono davvero ingenti, ma davvero riprovevole è la condotta di alcuni cittadini che hanno lasciato materiali pericolosi e rifiuti speciali all’aria aperta, senza alcuna cautela, con un’incuria e sprezzo del pericolo davvero da condannare. La Polizia Locale, anche in base alle varie segnalazioni che stiamo ricevendo, sta facendo gli accertamenti del caso per sanzionare con la massima severità del caso queste condotte e segnalando gli eventuali reati commessi alla Procura della Repubblica. Applicheremo la famosa ‘tolleranza zero’; infatti, non si possono mettere in pericolo i propri vicini di casa con atteggiamenti tanto poco accorti. D’altronde, avevo emanato un’ordinanza per lo sfalcio obbligatorio per la prevenzione incendi e la Polizia Locale aveva già cominciato a sanzionare quanti non la stessero rispettando, fermo restando le eventuali responsabilità penali di chi possa aver innescato dolosamente un incendio”.
“Per quanto riguarda il canile – prosegue – viste le notizie infondate che sono girate ieri, i cani sono stati tratti in salvo e questa mattina hanno fatto ritorno presso la struttura, dopo un sopralluogo con l’ufficio ambiente. Da segnalare la grande generosità degli amanti dei nostri amici a quattro zampe, che stanno effettuando grandi donazioni per il lavoro dei volontari (chi vuole donare, portasse i propri regali al canile, non all’autoparco dove i cani hanno solo dormito stanotte). E’ stato inoltre trovato, sempre questa notte, un ricovero per alcuni cani da caccia, visibilmente denutriti, alle spalle deposito Cotral. Anche qui la Polizia Locale sta compiendo gli accertamenti del caso, visto che i cani erano tutti dotati di microchip e quindi è possibile risalire ai loro padroni”.
“Per un riepilogo più dettagliato – conclude Cozzolino – e in attesa di ricevere conferma del fatto che l’incendio sia di natura dolosa, dovremo attendere qualche giorno le relazioni dei vari organi competenti (Vigili del Fuoco, carabinieri forestali, protezione civile, uffici comunali) e l’espletamento delle indagini giudiziarie. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha annunciato l’intenzione di chiedere lo stato di emergenza al Governo. A chi chiede del perchè i mezzi aerei non siano intervenuti prima, purtroppo ciò è avvenuto perchè l’esigua flotta aerea era impegnata in altri incendi dalle grosse dimensioni dislocati nella nostra Regione e in altre Regioni limitrofe, vittima di una domenica davvero di fuoco. Un ringraziamento doveroso a Vigili del Fuoco, Protezione Civile (anche dai Comuni vicini), Polizia Locale, Polizia di Stato, Carabinieri, Croce Rossa, Guardie Zoofile e quanti altri hanno collaborato nelle difficili ore di ieri”.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY