Sbarca con 80 ovuli di cocaina nella pancia, arrestato

0
254

CIVITAVECCHIA – L’analisi dei dati presenti nella lista imbarco passeggeri, l’atteggiamento insolitamente nervoso del soggetto, l’origine dello stesso ha destato non pochi sospetti nei militari della Guardia di Finanza e nei funzionari dell’Agenzia delle Dogane che operano presso il porto di Civitavecchia, allorché nei giorni scorsi hanno notato un cittadino comunitario, originario della Tanzania, sbarcare nello scalo da Barcellona per dirigersi a Roma.
Al momento dei controlli dei passeggeri, infatti, le unità cinofile antidroga manifestavano subito irrequietezza al passaggio dell’uomo, inducendo militari e funzionari a fermarlo per sottoporlo all’esecuzione di riscontri radiografici ed ecografici svolti presso la struttura ospedaliera “San Paolo” di Civitavecchia.
L’esito dei riscontri confermava la ipotesi prospettate dagli operanti: occultata nel suo addome erano presenti moltissimi corpi estranei risultati, poi, essere ovuli di cocaina.
Successivamente, stante il pericolo di vita del soggetto, l’equipe medica della struttura ospedaliera, avuto il consenso dell’interessato, ha effettuato un’operazione chirurgica consentendo così il rinvenimento di 80 ovuli dal peso complessivo di circa un chilo e mezzo di cocaina purissima.
L’operazione ha permesso di trarre in arresto il corriere ovulatore, al momento vigilato presso la struttura ospedaliera di Civitavecchia, con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e di sottoporre a sequestro il quantitativo di cocaina che, se immesso nel mercato illecito, avrebbe fruttato all’organizzazione criminale oltre un milione di euro.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY