Picchia la moglie per due anni, arrestato dalla Polizia

0
271

CIVITAVECCHIA – Maltrattamenti in famiglia, ingiurie e gravi lesioni. Questi i reati che hanno portato all’arresto di un 37enne di origine rumena residente a Civitavecchia.
Le violenze andavano avanti dal 2013, poco dopo l’inizio della relazione fra l’uomo e la sua vittima, una giovane donna anch’essa di origine rumena. La coppia, in un primo momento, si era stabilita presso l’abitazione dei genitori dell’uomo e, quando, dopo pochi mesi ed un breve periodo di normalità, sono andati a vivere da soli, l’uomo ha cominciato a dare sfogo alle proprie violenze, colpendo violentemente la donna con calci e pugni tanto da provocarle evidenti lividi in faccia ed insultandola pesantemente. La donna non aveva mai denunciato l’uomo, nonostante i numerosi casi di violenza subita, fino al novembre del 2015, quando, dopo l’ennesima lite, l’uomo l’aveva aggredita colpendola con calci e pugni su tutto il corpo provocandole numerose tumefazioni sul volto. Però, come spesso succede in questi casi, pochi giorni dopo la vittima si era presentata presso gli Uffici del Commissariato di Polizia di Viale della Vittoria per ritirare la denuncia. Successivamente, il 23 dicembre, gli uomini del Commissariato, allertati da una telefonata al 113, intervenivano in un rudere abbandonato dove trovavano la donna spaventata e con sul volto evidenti i segni dell’ennesimo episodio di violenza. Dopo un iniziale rifiuto di farsi visitare dai medici del Pronto Soccorso, gli Agenti convincevano la giovane a sottoporsi alle cure dei sanitari. Dagli accertamenti si evidenziavano esiti di fratture pregresse, contusioni alle braccia ed al volto.
L’attività investigativa ha messo in luce nel tempo l’atteggiamento violento posto in essere dall’uomo che, negli ultimi due anni, ha reiteratamente e violentemente picchiato la donna, causandole lesioni e fratture evidenziati dai referti medici vagliati dagli investigatori.
La vigilia di Natale, al termine dell’attività investigativa, in considerazione dei numerosi elementi emersi e dalle testimonianze raccolte, all’uomo è stata notificata l’ Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Civitavecchia.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY