“Paesaggi d’Arte”. Natura che toglie il fiato…

0
204

Oggi la mia rubrica si riappropria della sua tradizionale struttura di newsletter informativa, dopo gli articoli sulla Biennale di Venezia e sulle mostre romane dedicate ai giovani. Ne approfitto, quindi, per farvi vedere alcune belle immagini e per segnalarvi tre belle mostre fotografiche a Bologna, Milano e Parma.

VINCITORI DEL SIPA CONTEST 2017
naturaIl SIPA Contest è un prestigioso concorso internazionale di fotografia ideato dall’associazione Art Photo Travel di Siena. Un progetto italiano, dunque, finalizzato alla conoscenza ed alla valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e naturale. Si sono svolte solo tre edizioni ma si è già conquistato una importante caratura internazionale rivolgendosi sia agli appassionati che ai professionisti.
C’è un solo modo per valutare la qualità di un concorso: guardare le fotografie premiate e quindi vi invito a scorrere le stupende immagini di quest’anno, raccolte in ben 9 categorie.
Andate nella voce GALLERIA del menu in alto e scegliete la categoria da visitare. Quella sulla Bellezza della natura toglie il fiato ma sono tutte veramente splendide. Vi consiglio di dedicarci del tempo, ne vale la pena.
https://sipacontest.com/gallery/2017/

ULTIMI GIORNI DI FOTO/INDUSTRIA A BOLOGNA
Questo fine settimana, pertanto domenica 19, chiude i battenti Foto Industria, la ricca rassegna di appuntamenti della Biennale di Fotografia dell’Industria e del Lavoro promossa dalla Fondazione MAST. Il titolo spiega da solo il tema di questo appuntamento a cadenza biennale giunto alla terza edizione e incentrato sul tema del lavoro. Quest’anno hanno fatto le cose in grande visto che ci vengono offerte, tra l’altro, 14 mostre a firma di grandi fotografi italiani e stranieri. Qualche nome? Basilico, Iodice, Koudelka, Myers, Valsecchi e molti altri. Nel link qui sotto potete consultare il fitto calendario ormai in chiusura ma meritevole di una scorsa.
http://www.fotoindustria.it/wp-content/uploads/2017/10/FI17-mappa-calendario-eventi-ita-2017.pdf

OMAGGIO A SOTTSASS A MILANO E PARMA
Ettore SottsassQuest’anno ricorre il centenario della nascita di Ettore Sottsass jr., architetto, designer e fotografo italiano, figlio d’arte e grande firma italiana. Difficile riassumere gli eventi di una carriera prestigiosa che ha visto legare il suo nome a tante opere, mostre e progetti.
E non sorprende che questa importante ricorrenza venga celebrata addirittura da due mostre che ci propongono in parallelo una duplice, preziosa occasione per ricordarlo e soprattutto per conoscerne meglio l’opera fotografica, altrettanto interessante rispetto a quella più popolare di designer.

La vetrina principale è costituita dalla mostra There is a planet proposta a Milano nell’ambito della Triennale all’interno degli spazi Galleria della Architettura. Una mostra monografica, accompagnata da un libro e da un catalogo, ci propone con il suo titolo originale un progetto di Sottsass concepito all’inizio degli anni ’90 per l’editore tedesco Wasmuth e mai realizzato. Sottsass aveva selezionato tra le tante fotografie scattate in giro per il mondo quelle più interessanti e rappresentative di un tema tanto universale quanto specifico del suo lavoro, quello dell’uomo e del suo abitare.
Immagini di architetture, di case, di porte, di persone e di situazioni raccolte in cinque sezioni. Un progetto che finalmente trova concretezza in volume edito da Electa e in questa bella mostra.
http://www.triennale.org/mostra/ettore-sottsass-there-is-a-planet/

architettura virtualeNello stesso periodo anche Parma presenta una piccola ma significativa mostra dedicata, invece, alla sua raccolta di Metafore, una serie conclusa di 43 fotografie in bianco e nero.
La BDC, Bonanni Del Rio Catalogue, possiede tutte le stampe originali della serie e ne ha cedute 13 alla mostra di Milano alla Triennale. A Parma potete vedere le restanti 30 stampe. Progetto interessante quello delle Metafore, lavoro da fotografo-architetto qual’era Sottsass che realizzò all’inizio degli anni ’70 una serie di installazioni fotografate in bianco e nero.
Allestimenti a volte surreali, ambientati all’interno di grandi scenari naturali, per riflettere sul senso di temi profondi e di ampio respiro attraverso la riconquista consapevole di dettagli e delle proprie azioni.
http://www.bonannidelriocatalog.com/bdc18-le-metafore-di-sottsass/
Entrambe le mostre sono aperte fino all’11 marzo 2018.

 

A cura di Michele Galice

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY