Oltre 2,5 i milioni evasi scoperti dalla Finanza nel 2016

0
171

CIVITAVECCHIA – Scoperti oltre 2.625.648 euro di tributi evasi, 1.515 soggetti verbalizzati e 1.126 violazioni riscontrate, 35 persone denunciate a piede libero e 29 denunce contro ignoti. E’ questa, in sintesi, l’attività operativa condotta dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Civitavecchia nell’anno 2016 sul territorio regionale e sulla costa laziale. Le varie operazioni sono state portate avanti dai finanzieri della stazione navale di Civitavecchia, della sezione aerea di Pratica di Mare e delle tre sezioni operative navali di Gaeta, Anzio e Lido di Ostia.
Nel dettaglio sono state riscontrate, sul litorale di competenza regionale, 51 violazioni all’Imu per una imposta evasa pari a 97.692 euro, 18 violazioni in materia di abbonamenti radio/tv per oltre 13.000 euro di imposta evasa e 51 inadempienze sulle concessioni governative, per una imposta evasa di 9.879 euro. Inoltre sono state accertate 53 irregolarità in materia di sommerso da lavoro con l’accertamento di 12 lavoratori completamente in nero ed altri 41 casi di irregolarità sulla disciplina del lavoro. In materia di pesca sono state riscontrate 72 violazioni con 67 soggetti verbalizzati ed accertati 49 illeciti in materia ambientale con la denuncia all’Autorità giudiziaria di 15 responsabili. In materia di tassa annuale sulle unità navali da diporto, tra l’altro abrogata a decorrere dal 1° gennaio 2016 dalla legge 28.12.2015 n.208, sono state riscontrate 83 violazioni e recuperati oltre 43.000 euro di imposte evase. Nel settore delle imposte erariali sugli aeromobili privati l’azione ispettiva condotta dai militari della sezione aerea ha permesso di sottoporre a controllo 27 soggetti passivi, recuperando oltre 161.000 euro di tributi non versati
al fisco, attraverso l’istituto del “ravvedimento operoso”.
Nel settore demaniale, a fronte di complessivi 125 controlli su tutta la fascia costiera laziale, sono stati accertati 33 illeciti per il mancato pagamento di oltre 171.000 euro di canoni concessori e sono state riscontrate 22 violazioni per abusiva occupazione del demanio marittimo.
I controlli ambientali del Roan di Civitavecchia sono avvenuti anche in alto mare, per mezzo delle unità navali classe guardacoste e degli elicotteri bimotore, in attuazione dell’accordo tra la Guardia di Finanza ed il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, per la vigilanza antinquinamento della “zona di protezione ecologica del tirreno centrale”.
Anche nella lotta al contrasto dei traffici illeciti di sostanze stupefacenti il Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Civitavecchia ha posto in essere una importante attività, eseguita congiuntamente al comando provinciale di Roma, che ha portato al sequestro di oltre kg. 3.300
di hashish ed all’arresto di due soggetti coinvolti nel trasporto via mare con l’uso di un motoveliero proveniente dalla Sardegna.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY