Menditto: “Combustibili sempre più inquinanti per le navi da crociera”

0
290

CIVITAVECCHIA – “Recentemente i deputati del M5S della Commissione trasporti alla Camera hanno lanciato un allarme, in quanto avrebbero appreso che le principali compagnie delle navi da crociera stanno facendo pressione sul Ministro dei Trasporti e sul Ministro dell’Ambiente per ottenere una modifica, a loro favore, delle vigenti norme sui limiti del tenore di zolfo, sostanza inquinante contenuta nei combustibili. Le navi da crociera, in quanto navi passeggeri adibite al trasporto pubblico di linea, in base alla direttiva 2012/33/UE sono obbligate ad utilizzare combustibili con tenore di zolfo non superiore all’1,50% entro le 12 miglia dalla costa, ma le compagnie vorrebbero che venissero considerate alla stregua di navi passeggeri non in servizio di linea, categoria per la quale tale limite è del 3,50%”. Lo dichiara Dario Menditto, Consigliere Comunale M5S Presidente Commissione Ambiente, che aggiunge: “Ammesso che l’indiscrezione sia fondata, l’eventualità sarebbe assai preoccupante, anche in considerazione del fatto che, sebbene in base alla medesima direttiva il tenore massimo di zolfo dovrà scendere per tutte le navi dal 3,50% allo 0,50% entro il 2020, le stesse compagnie presumibilmente premeranno affinché al riesame già previsto per il 2018 si rinvii l’entrata in vigore di tale limite. Questa Amministrazione comunale è fermamente contraria ad ogni deroga alla normativa, la quale, sebbene non dia sufficienti garanzie per la tutela della salubrità dell’aria, rappresenta ad oggi l’unica arma, anche se spuntata, nelle mani dei cittadini. Pertanto premeremo presso gli organi e gli enti sovraordinati, affinché vigilino sulla corretta applicazione della direttiva e facciano quanto in loro potere affinché l’inquinamento navale venga abbattuto, come del resto stiamo già facendo presso la Regione Lazio, al fine di farle inserire nel Piano di Risanamento della Qualità dell’Aria misure che vanno in questa direzione, come quella di utilizzare in manovra all’interno del porto combustibili con tenore di zolfo al di sotto dello 0,10%”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY