L’IIS Stendhal mette in tavola la solidarietà

0
342

CIVITAVECCHIA – Ospiti speciali per l’indirizzo Alberghiero “Lucio Cappannari” dell’IIS Stendhal. La scuola cittadina ha voluto offrire agli ospiti della Comunità di Sant’Egidio un momento di festa e di solidarietà. Circa cinquanta senza tetto sono stati accolti dagli studenti e dai docenti per una giornata di convivialità e di amicizia. Le professoresse Aurora Centore e Maira Carmela Buonocore, organizzatrici dell’evento, hanno espresso la loro soddisfazione “Siamo davvero contente, gli studenti hanno subito aderito all’iniziativa con grande entusiasmo e hanno lavorato con un la consueta professionalità, offendo anche dei sacchettini segnaposto pieni di biscottini civitavecchiesi preparati dagli studenti con diverse abilità”. La giornata si inserisce in una serie di iniziative di solidarietà che l’Istituto Stendhal organizza in ogni occasione. “Stiamo vendendo le “stelline della solidarietà” per l’Associazione Scuolambiente, finalizzate al progetto Per non dimenticare Chernobyl,  collaboriamo costantemente con Semi di Pace, con l’Avis e con molte altre associazioni di volontariato”. Proseguono le due docenti. L’educazione alla solidarietà sociale e al rispetto dei diritti umani è del resto parte integrante delle attività dell’Istituto. “Siamo convinti che siamo molto importante offrire agli studenti occasioni di partecipare alla vita sociale del comprensorio, per preparali ad essere dei cittadini consapevoli e sensibili alle diverse situazioni della vita”. Il pranzo è stato allietato dal violinista Emil che ha offerto agli ospiti delle composizioni tradizionali gitane. “Dobbiamo ringraziare la Dirigente Scolastica professoressa Stefania Tinti che ha accettato immediatamente di offrire questo momento di convivialità, l’amicizia è un valore importante che speriamo di condividere con le giovani generazioni” hanno affermato Massimo Magnano e Sandro Presutti della Comunità di Sant’Egidio.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY