Inquinamento navale: un alleato in più nell’associazione Cittadini per l’Aria

0
223

CIVITAVECCHIA – Un alleato in più nella lotta all’inquinamento delle navi. Nei giorni scorsi, infatti, il Sindaco Antonio Cozzolino ha ricevuto un appello da parte dell’associazione “Cittadini per l’Aria”, che coordina a livello nazionale un progetto europeo volto ad ottenere l’istituzione nel Mediterraneo di una zona SECA, ovvero una zona in cui è vietato utilizzare combustibile marino con tenore di zolfo superiore allo 0,10%, come è già avvenuto in altri mari nord europei e del Nord America.
“All’interno del progetto più ampio – riferisce il Presidente della Commissione ambiente, Dario Menditto – Cittadini per l’Aria intende stimolare le istituzioni italiane (Autorità Portuali, Capitanerie di Porto, Aree Marine Protette, Comuni e Regioni) per aumentare la consapevolezza dei cittadini, dei media e delle comunità dei porti rispetto al costante incremento dell’inquinamento e a tal fine propone anche qui a Civitavecchia la costituzione di un tavolo di lavoro partecipato dai comitati locali. Già quattro anni fa il Comitato Nessun Dorma lanciò una petizione on line dal nome ‘Stop air pollution from shipping – Fermiamo l’inquinamento navale’ per promuovere presso il Parlamento europeo proprio l’istituzione di una zona SECA nel Mediterraneo ed è un dato di fatto che questa Amministrazione da quando si è insediata punti insistentemente all’utilizzo di combustibile con tenore di zolfo dello 0,10% da parte delle navi in navigazione e manovra all’interno del porto. Il primo approccio per raggiungere tale obiettivo fu quello di un tentativo di accordo volontario con gli armatori, conclusosi con il rifiuto da parte di questi ultimi, poi ci fu la richiesta dell’inserimento di questa ed altre misure nel Piano Regionale di Risanamento della Qualità dell’Aria, proposta attualmente in fase di esame presso le Commissioni consiliari regionali competenti e, parallelamente a questa, la richiesta alla Capitaneria di Porto di emettere un’Ordinanza che obbligasse gli armatori ad usare tale combustibile, proposta anche questa in fase di discussione”.
“Per tali motivi – conclude Menditto – l’Amministrazione comunale non poteva che accogliere favorevolmente la proposta di Cittadini per l’Aria di costituzione del tavolo di lavoro ed è ben lieta di avere un alleato in più nella difficile lotta all’inquinamento”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY