Impiantistica pubblicitaria, il Prefetto rigetta i ricorsi contro il Comune da parte di Ops

0
105

CIVITAVECCHIA – Una bella notizia per il Comune di Civitavecchia: 75 ricorsi proposti dalla società OPS al Prefetto contro i verbali elevati dalla Polizia Locale sono stati rigettati.
“Al netto delle questioni burocratiche – commenta il sindaco Antonio Cozzolino – che non credo interessino i lettori, la situazione è semplice: nel 2003 il Comune di Civitavecchia affidava ad OPS, a fronte di una cifra ridicola (5000 euro l’anno) il servizio di impiantistica pubblicitaria. Nel frattempo l’amministrazione comunale ha comunicato formale disdetta ma OPS ha continuato e continua ad operare come nulla fosse. La Polizia locale ha elevato verbali, OPS li ha impugnati di fronte al Prefetto ma ha visto rigettate le proprie istanze. La gestione di questo servizio tornerà presto al Comune che ne disporrà nell’interesse della collettività. Nei prossimi giorni mi interfaccerò con gli uffici per capire i prossimi passi da compiere. L’intenzione, da verificare, è quella di far svolgere il servizio a Civitavecchia Servizi Pubblici, garantendo un introito notevole per le casse comunali e per i servizi al cittadino. OPS intanto dovrà pagare tutti i 75 verbali che gli erano stati elevati dalla Polizia Locale per gli impianti abusivi; poi o rimuoverà i propri impianti di sua iniziativa, o provvederemo di imperio come Comune. L’ennesima situazione che era ferma da anni, di vantaggio al privato e a discapito della comunità, che grazie al Movimento 5 Stelle nelle istituzioni si è sbloccata e con introiti economici di cui beneficerà la collettività. Non posso non sottolineare la grande professionalità e l’ottimo lavoro svolto dal Comandante Cucumile e dalla Polizia Locale di Civitavecchia. Un successo di cui andare orgogliosi”.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY