“Fiduciosi che Comune e Authority faranno la loro parte”

0
300

CIVITAVECCHIA – C’è soddisfazione tra gli organizzatori della “Marcia della Salute” per l’esito della manifestazione. In particolare per la folta partecipazione egli studenti che, insieme agli altri cittadini che hanno partecipato al corteo di venerdì mattina, “hanno voluto rappresentare a tutte le istituzioni del Territorio la difficoltà di vivere in una Città ed in un comprensorio dove oramai è così troppo facile ammalarsi e morire”.
“Ovvio – affermano – che la voce grossa era rivolta al camino di TVN ed al Carbone, ma non da meno gli incessanti fumi del Porto che sono più a diretto contatto con le nostre abitazioni. Tanti gli slogan durante la Marcia che richiedevano il rispetto alla Salute e al diritto ad una qualità della vita migliore, perché non vogliamo arrenderci ad un futuro nero che ci porterà via. Non saranno certo piccoli episodi fuori tempo e fuori tema, accaduti, che limiteranno le nostre idee e i futuri appuntamenti. Con la consegna di due lettere, distinte, rispettivamente al Sindaco e al Commissario dell’Autorità Portuale, abbiamo voluto chiedere a loro di tenere alta la vigilanza sulla nostra Salute, imprescindibile dalla salvaguardia dell’Ambiente in cui viviamo; fiduciosi che non rimarranno lettera morta su un foglio di carta ma daranno seguito ad azioni e risposte che seguiremo molto attentamente, pronti sempre a scendere in strada e a mettere in atto altri tipi di iniziative, per sensibilizzare la Città e le future generazione, se dovessero tardare. Doveroso è il ringraziamento che facciamo alle Università Agrarie di Allumiere e di Tolfa che con proprie delegazioni in picchetto ufficiale hanno partecipato alla Marcia a testimoniare la loro vicinanza e sensibilità ai problemi che sono di tutto il comprensorio, non solo della Città; stesso ringraziamento va ai cittadini che rappresentavano la comunità di S.Marinella”.
“Se non fosse ancora sufficiente – concludono dal Comitato organizzatore – è bene ribadire che la compresenza di tutti le servitù in una così ristretta porzione di territorio, i loro indotti, combinati con la sussistenza d’inquinamento diffuso del suolo, del sottosuolo, delle acque sotterranee e dell’aria, raffigurino una situazione preoccupante sia per la tutela della salute e dell’incolumità pubblica, sia per la tutela del territorio e delle componenti ambientali connesse. Grazie a tutti coloro che hanno creduto nell’iniziativa e ci hanno sostenuto. Grazie agli Studenti. Grazie ai Cittadini che non si vogliono arrendere”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY