Evasione fiscale da capogiro nel territorio

0
270

Scoperti oltre 1.700.000 euro di tributi evasi, 1.487 soggetti verbalizzati e 1.072 violazioni riscontrate, 34 persone denunciate a piede libero e 24 denunce contro ignoti. E’ questa, in sintesi, l’attività operativa condotta dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Civitavecchia nell’anno 2015 sul territorio regionale e sulla costa laziale. I finanzieri della stazione navale di Civitavecchia, della sezione aerea di Pratica di Mare e delle tre sezioni operative navali di Gaeta, Anzio e Lido di Ostia, nel decorso anno 2015 hanno condotto una intensiva attività ispettiva di polizia economico finanziaria, ambientale e demaniale, su tutto il territorio regionale e sulle acque territoriali con l’obiettivo primario della tutela dell’economia legale, ma anche con l’obiettivo generale della sicurezza di tutti i cittadini e delle istituzioni.
Nel dettaglio sono state riscontrate, sul litorale, 31 violazioni all’Imu, per una imposta evasa pari a 164.305 euro; sono state riscontrate 34 violazioni in materia di abbonamenti radio/tv e 50 inadempienze sulle concessioni governative, per una imposta evasa di 11.652 euro. Inoltre sono stati individuati 21 lavoratori in nero, 6 lavoratori irregolari e 21 casi di omessa dichiarazione di assunzione. Sono state riscontrate 39 violazioni in materia di pesca e 15 violazioni in materia ambientale con la denuncia all’Autorità giudiziaria di 6 responsabili. In materia di tassa annuale sulle unità navali da diporto, tra l’altro abrogata a decorrere dal 1° gennaio 2016 dalla legge 28.12.2015 n.208, sono state riscontrate 93 violazioni e recuperati oltre 78.000 euro di imposte evase, mentre per gli aeromobili sono stati effettuati 13 controlli, di cui 1 irregolare per mancato pagamento della tassa, 3 per i quali i possessori dei mezzi aerei hanno provveduto al cosiddetto ravvedimento operoso, a seguito dell’avvio del controllo da parte di militari della sezione aerea, mentre 9 soggetti risultano avere regolarmente adempiuto all’onere. Nel settore demaniale è stato accertato il mancato pagamento di oltre 146.000 euro per canoni di concessione e sono state riscontrate 30 violazioni per abusiva occupazione del demanio marittimo e per l’inosservanza delle disposizioni dell’autorità marittima. Oltre ai tributi evasi accertati sono state comminate un totale di oltre 533.000 euro di pene pecuniarie minime. I controlli ambientali del Roan di Civitavecchia sono avvenuti anche in alto mare, per mezzo delle unità navali classe guardacoste e degli elicotteri bimotore, in attuazione dell’accordo tra la guardia di finanza ed il ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, per la vigilanza antinquinamento della zona di protezione ecologica del tirreno centrale.
Infine il reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Civitavecchia, con un equipaggio ed un elicottero A109 Nexus appartenente alla sezione aerea di Pratica di Mare, ha contribuito nei mesi di ottobre e novembre 2015, all’attività antimmigrazione, nell’ambito del dispositivo Frontex, sull’isola di Lampedusa.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY