Eternauta, dal ripescaggio al trionfo

0
273

CIVITAVECCHIA – Grande successo venerdì per il Primo “Festival di Civitavecchia”: dieci concorrenti e un vincitore inaspettato. Con la presentazione di Luca Grossi e Sonia Bertino, il Teatro Traiano ha ospitato il primo Festival musicale civitavecchiese, in cui i dieci partecipanti si sono sfidati con i propri brani originali davanti al folto pubblico cittadino.

La gara si è tenuta alla presenza dell’assessore alla cultura Vincenzo D’Antò e dei rappresentati degli sponsor (Port Mobility e Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia), ma non prima di aver presentato la madrina di questa prima edizione: l’attrice Vanessa Gravina. Tornata a Civitavecchia dopo alcuni anni d’assenza, Vanessa Gravina, si è innamorata del nostro tramonto. “Oggi durante un aperitivo ho assistito al tramonto sul Maschio Michelangelo –  ha dichiarato estasiata al nostro pubblico – bellissimo, emozionante, con la baia riparata che sembrava un lago. Civitavecchia non è solo uno dei porti più importanti d’Europa, ma anche un luogo fine a se stesso”.

Inizia quindi la competizione, per primi sul palco le Illusioni Ottime, che superati i problemi tecnici dell’inizio, si sono esibiti con il loro brano “Il Sano di Mente”. E’ salito quindi sul palco Daniele Giardi, classe 1975, che può vantare tre CD e la partecipazione al Festival di Castrocaro e al Trofeo di Roma. Chitarra, batterista e bassista, si è esibito, con il suo pianoforte, in “Più di così”, un brano introspettivo che ha dedicato alla moglie Martina. E’ stata quindi la volta di Iris, che si è esibita in un pezzo sui giovani di oggi, un incitamento a costruire il proprio futuro. Quarti sul palco i N.O.M. (Nuovo Ordine Mentale), composti da voce, chitarra, basso e batteria, un gruppo di Roma nato un anno e mezzo fa. Ad esibirsi per quinti sono stati allora Luigi Florio e Valentina Cavallaro. “Ci siamo conosciuti al Festival del Mare – ha dichiarato Luigi Florio – Io presentavo, mentre Valentina è stata la vincitrice di quell’edizione”; il brano presentato è stato scritto da Luigi negli anni ’80 e riadattato per il festival insieme a Valentina.

Il primo della seconda metà dei partecipanti è stato Andrea palmieri, un cantautore che si è presentato con il suo brano “Cosa Farò da Grande”. A seguire si sono esibiti Alessandro Gargiullo e i Diskorsi e poi i Quicksand, un gruppo nato fra le pareti del liceo scientifico Galileo Galilei. Ecco quindi gli ultimi due gruppi salire sul palco: Metropolis e Eternauta, ripescati nei giorni scorsi dopo la rinuncia dei Carnival Freaks.

Si è quindi giunti al momento della premiazione e sembra opportuno citare la frase scherzosa degli Eternauta: “gli ultimi saranno i primi”, che possiamo dire, col senno di poi, non essere tanto sbagliata. Il premio della critica è andato infatti ai Metropolis, penultimi ad esibirsi, che vincono la registrazione video di una live session. E invece, incredibile ma vero, il primo premio è andato ai ripescati Eternauta, che vincono la registrazione di due brani e un viaggio cinque stelle a Ischia. Ma non è finita qui perché tra un mese sarà assegnato il premio Mecenate al concorrente la cui esibizione avrà più visualizzazioni sul sito di Mecenate Tv e inoltre i tre vincitori si esibiranno al Festival della Musica di Allumiere.

Ci aggreghiamo quindi ai Quicksand nel dire che “questo festival era stato annunciato come il ‘Festival di Sanremo’ di Civitavecchia. L’Ariston è l’Ariston eh, ma il Traiano…!”

Lorenzo Piroli

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY