Domenica ecologica confermata: “Da Confcommercio scarsa collaborazione”

0
118

CIVITAVECCHIA – Nonostante le proteste dei commercianti, l’Amministrazione comunale conferma la domenica ecologica del prossimo 11 dicembre. Non senza difendere le proprie scelte e rispondere agli esercizi commerciali che tanto hanno criticato l’iniziativa del Comune, chiedendo di posticiparla a dopo le festività natalizie. A rispondere ai commercianti è il Consigliere comunale Francesco Fortunato.
“Uno degli obiettivi principali di queste giornate – afferma l’esponente Cinque Stelle – è il restituire al cittadino la possibilità di riappropriarsi completamente, seppur per un numero limitato di ore, di una parte di città che ormai è vissuta in maniera frenetica e superficiale. L’evento offrirà ancora una volta ad associazioni sportive e culturali piuttosto che a gruppi musicali, teatrali e a chiunque abbia la voglia di mettere a disposizione della città, senza alcun scopo di lucro, le proprie attività anche a scopo autopromozionale, la possibilità di utilizzare il centro storico della nostra città come un unico, grande palco naturale senza doversi affannare dietro ad una burocrazia diventata ormai quasi soffocante. Quella che potrebbe essere una possibilità di promozione in grande stile della città, delle sue capacità artistiche e commerciali è stata, paradossalmente, criticata e contestata in questi giorni proprio da chi doveva vedere questo evento con un occhio diverso. A tal proposito mi trovo in disaccordo, ad esempio, su quanto sostenuto dal Commissario della Confcommercio Tullio Nunzi, poiché mi sarei aspettato da parte del rappresentante della categoria una reazione totalmente opposta a quella che ho letto. Reputo strano che un esperto del settore come lui non riesca a trovare il nesso tra il creare eventi nel centro della città e le vendite dei negozi. Un evento come ‘L’Altra Domenica’, questo il nome che il gruppo di volontari che coordina le varie attività ha scelto, ha tra i suoi obbiettivi quello di far uscire da casa i cittadini per portarli a riempire proprio la zona centrale della città, che da noi si sovrappone di fatto a quella storica e commerciale, andando così a creare le condizioni favorevoli per una commistione di attività che possono spaziare dalla cultura al commercio… non a caso la riduzione del blocco stradale, che per questa volta termina alle ore 17, deve essere vista in questa ottica, ma questa lettura sembra non essere presa affatto in considerazione da una parte degli operatori”.
“Dal Commissario – prosegue Fortunato – mi sarei aspettato un supporto collaborativo, esortando i suoi iscritti a partecipare e a sfruttare il più possibile le possibilità che giornate come questa offrono. Si potrebbe quasi pensare che il sindacato di categoria nei fatti non riesca più a rappresentare nessuno se l’unico invito che il Commissario ha pensato di promuovere è stato unicamente quello rivolto all’Amministrazione con la richiesta di spostare l’evento, questo a dispetto del fatto che una parte stessa dei commercianti si stia auto-organizzando per promuoverlo. Torno a ripetermi… questi eventi servono per dar vita al centro della città, centro che, a differenza di quanto afferma il Commissario, non è a rischio desertificazione, bensì completamente (dal punto di vista commerciale) defunto grazie a visioni antiquate e a soprattutto le ‘non politiche’ portate avanti da tutti fino ad oggi. Nel nostro programma sul commercio facciamo un chiaro riferimento al Centro Commerciale Naturale, ed il Commissario sa benissimo che ogni iniziativa in questa direzione necessita di programmazione, coinvolgimento e tempo. La mia richiesta, e ovviamente quella dell’Amministrazione, è perciò quella di una collaborazione, e non una mera contrapposizione, alla Confcommercio e a tutto il settore terziario proprio perché comprendo benissimo l’importanza della categoria e gli effetti positivi che un rilancio del settore porterebbe all’intera città”.
Domenica ecologica confermata, dunque, e traffico interdetto dalle ore 10:00 alle 17:00 secondo le seguenti modalità:

• nell’area delimitata da VIA SANGALLO, VIA LEONARDO, VIA RISORGIMENTO, VIA CRISPI, VIA SANTA FERMINA tra via Crispi e viale Garibaldi (vie percorribili al transito veicolare);
• in VIA BIXIO.
fanno eccezione, e quindi possono circolare in deroga ai divieti di circolazione previsti al punto precedente, le seguenti categorie di veicoli:
a) veicoli delle Forze Armate, degli organi di Polizia, dei Vigili del fuoco, dei servizi di soccorso, della Protezione Civile in servizio, dell’ASL, dell’ARPA, del trasporto pubblico locale, veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale e veicoli di tutte le pubbliche amministrazioni;
b) veicoli di operatori di aziende di servizi pubblici essenziali (energia elettrica, acqua, gas, telefonia, poste, ecc.), che risultino individuabili con adeguato contrassegno o con certificazione del datore di lavoro;
c) veicoli utilizzati da imprese per interventi tecnico operativi o trasporti urgenti o di emergenza con fotocopia del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. da cui risulti l’attività dell’azienda;
d) veicoli utilizzati per il trasporto di portatori di handicap e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate;
e) veicoli di medici e di medici veterinari in visita domiciliare urgente muniti del contrassegno dei rispettivi ordini, nonché di operatori sanitari ed assistenziali in servizio con certificazione del datore di lavoro;
f) veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di gravi malattie, in grado di esibire relativa certificazione medica;
g) veicoli al servizio di testate televisive con a bordo i mezzi di supporto, di ripresa, i gruppi elettrogeni, i ponti radio, ecc.;
h) veicoli incaricati dei servizi di pompe funebri, trasporti funebri e veicoli al seguito (sono compresi i percorsi dal domicilio al luogo del funerale e ritorno);
i) veicoli o mezzi d’opera che effettuano traslochi o per i quali sono state precedentemente rilasciate autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico dagli uffici competenti;
j) veicoli per il trasporto collettivo pubblico;
k) veicoli del Corpo consolare e diplomatico;
l) veicoli appartenenti ad Istituti di Vigilanza privata e trasporto valori;
m) veicoli destinati al trasporto di generi alimentari deperibili e di medicinali;
n) veicoli ad uso dei ministri di culto di qualsiasi confessione per motivi legati al proprio ministero;
o) autoveicoli utilizzati da lavoratori con orari lavorativi tali da impedire la fruizione dei mezzi di trasporto pubblici, certificati dal datore di lavoro mediante dichiarazione sostitutiva (art.47 DPR 445/2000);
p) veicoli utilizzati per la partecipazione a manifestazioni religiose (battesimi, matrimoni, purché muniti di specifico invito o attestazioni rilasciate dai ministri officianti);
q) veicoli elettrici e ibridi;
r) veicoli funzionanti con alimentazione a metano, gpl, mono o bifuel, anche trasformati successivamente all’immatricolazione.
L’orario ed il tragitto per cui è consentito circolare devono essere congrui con la motivazione dell’esonero.
Sarà facoltà del personale di Polizia Locale che sarà impegnato nella manifestazione, compatibilmente con le altre esigenze istituzionali, provvedere all’istituzione delle ulteriori modifiche alla circolazione stradale che verranno ritenute necessarie;
è fatto obbligo a tutti i veicoli provenienti da strade intersecanti e dalle aree che si immettono su quella interessata dall’evento, di arrestarsi prima di impegnare la zona, attenendosi alle prescrizioni delle segnaletica stradale temporanea, nonché delle segnalazioni manuali degli operatori di Polizia e del personale preposto a presidio della manifestazione, per la tutela di tutti gli utenti.
Vista la rilevanza dell’evento che interesserà numerose vie e piazze, anche con deviazioni del traffico veicolare, si invitano i cittadini alla massima collaborazione limitando l’utilizzo dei veicoli specialmente nelle zone limitrofe all’evento.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY