Cna. Gismondi protagonista di tre incontri sull’innovazione

0
129

CIVITAVECCHIA – L’innovazione premia sempre. Ne sa qualcosa la CNA, che la considera un elemento cardine. E anche il presidente della CNA di Civitavecchia e vicepresidente della CNA di Viterbo e Civitavecchia, Alessio Gismondi, che lo sta testimoniando in giro per l’Italia, “perché, se siamo sopravvissuti alla crisi, è soprattutto grazie a questa”.
Gismondi è protagonista in tre eventi, uno più importante dell’altro. Prima lo è stato a Bassano del Grappa, il 7 ottobre, nell’ambito di “Dialoghi con i creativi: esperienze dai territori a confronto”, il 15 ottobre lo sarà al “Maker Faire” di Roma, infine dal 22 al primo novembre a Moa Casa, sempre nella Capitale.
“Maker Faire”: sabato 15 alle 11, Padiglione 8, Room 18 della Fiera di Roma, Gismondi sarà tra gli speaker della conferenza sul tema “Il made in Italy incontra il digitale – Ritratto in big data dell’impresa italiana”. Insieme a lui, Stefano Micelli, direttore scientifico della Fondazione Nord Est; Alberto Staccione, direttore generale della Banca Ifis; Monica Scanu, dello IED di Cagliari. Moderatore, il giornalista Simone Cosimi (Repubblica/Wired/Vanity Faire). Banca Ifis e Fondazione Nord Est hanno intervistato 780 imprese sulle tecnologie della manifattura digitale. Il presidente della CNA di Civitavecchia illustrerà la propria esperienza, in un evento che ormai è diventato un punto di riferimento a livello mondiale.
A Bassano del Grappa, invece, ha partecipato all’iniziativa organizzata da “Lampi Creativi” in collaborazione con CNA Vicenza, ovvero alla tavola rotonda con altri due imprenditori. Al centro, l’evoluzione del mestiere artigiano. Titolare dell’impresa Codice-a-barre, specializzata nella lavorazione del legno, ha descritto la propria esperienza su come uscire dalla crisi. “Non c’è una ricetta – dice Gismondi – ma sull’innovazione occorre puntare. Perciò la CNA è vicina alle aziende su questo versante. Per essere contemporanei, è indispensabile dotarsi anche di tecnologie che permettano di essere precisi e veloci”.
Infine, ancora innovazione, stavolta con al centro 20 giovani: Gismondi sarà curatore scientifico della mostra “Lazio Creativo” della Regione Lazio all’interno del Moa Casa, che sarà inaugurata il 22 ottobre.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY