“BI-LAB non gestisce e non ha mai gestito la rete qualità dell’aria”

0
290

CIVITAVECCHIA – Da Bi-Lab riceviamo e pubblichiamo:

Spett. redazione,

in merito all’articolo pubblicato martedì 05 gennaio 2016 che raccoglieva le dichiarazione del sindaco di Civitavecchia riguardo alla nota vicenda della cessione delle postazioni di rilevamento della qualità dell’aria a diverso soggetto, considerato che nelle dichiarazioni del sindaco viene, ancora una volta, citata la società BI-LAB ci corre l’obbligo di chiarire alcuni punti di vista personali riportati in virgolettato nelle dichiarazioni del sindaco:
–  La società BI-LAB non gestisce e non ha mai gestito la rete qualità aria ma ha solo espletato attività di manutenzione ordinaria e straordinaria garantendo nel tempo una altissima disponibilità dei dati. Così come Arpa Lazio proprietaria della Rete Qualità dell’Aria della Regione Lazio, non manutenzione le proprie postazioni ma si avvale di società private.

  • Un ultimo contributo alla chiarezza riguarda la raccolta dei dati dichiarata dal sindaco non conforme alla normativa vigente, a tal riguardo vorremmo ricordare che le Centraline gestite dal Consorzio sono dislocate secondo le prescrizioni al DECVIA2003 della C.le di TVN. Nel 2004 è stato redatto un progetto di ammodernamento della rete ex Enel. Il progetto ha visto partecipi ARPA Lazio, ISPRA, ISS, altri ed Enel in qualità di committente che paga l’ammodernamento della RQA. La RQA è stata quindi conformata al progetto. L’Arpa Lazio con documento tecnico del 2008 ne ha approvato l’esercizio ed il funzionamento. Nel 2009 è stato fu firmato un accordo tra Arpa Lazio e Consorzio di Gestione in cui “l’ARPA Lazio si impegnava fra l’altro a supervisionare e garantire la congruità e l’attendibilità delle misure delle restanti undici centraline ex Enel, al fine del loro utilizzo per attività di monitoraggio e studio sia dell’Agenzia che degli enti locali interessati, predisponendo a tal fine i protocolli necessari alla gestione da parte dell’Osservatorio”. A seguito di riunioni tecniche operative tra Consorzio, Arpa Lazio e BI-LAB si è proceduto, già dal 2010, alla trasmissione periodica giornaliera dei dati, secondo un protocollo di validazione in formato adeguato agli scopi di verifica ed elaborazioni modellistiche di Arpa Lazio. Ricordiamo al Sindaco che il Sistema Modellistico Previsionale di Arpa Lazio si serve quotidianamente anche dei dati raccolti dalla RQA attualmente gestita dal Consorzio per la Gestione dell’ 0sservatorio Ambientale. I dati raccolti e trasmessi all’Arpa Lazio sino al giorno 31.12.2015 hanno seguito le linee guida ed i protocolli di validazione concordati. Sino al 31.12.2015 la Rete Qualità dell’Aria ha funzionato in perfetta efficienza rispettando i limiti di accettabilità del dato così come il D.Lgs. n° 155/2010 impone.

Tutto quanto affermato trova riscontro in documenti protocollati ed a disposizione di verifica

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY