“Così l’Amministrazione ci vuole raggirare”

0
275

CIVITAVECCHIA – Una “paraculata” dell’amministrazione comunale, come l’ha definita il consigliere Massimiliano Grasso, potrebbe annullare il ricorso al Tar sulla questione Enel da parte della minoranza, che vuole quindi rendere noto il “raggiro” del sindaco Cozzolino.

“Sapete che parte della minoranza fece ricorso al Tar per la questione della convezione con l’Enel, che sarebbe dovuta passare in consiglio comunale”, ha esordito stamani in conferenza stampa il consigliere Marco Piendibene, per portare all’attenzione della cittadinanza “l’imbroglio politico e lo stratagemma giuridico dell’amministrazione”. “Abbiamo appreso, non senza sorpresa – continua – che la posizione dell’avvocatura del comune per smontare il ricorso è che, colpo di scena, la delibera sia stata di fatto già portata in consiglio comunale dove è stata approvata”. In pratica l’amministratore comunale avrebbe cambiato la propria posizione dicendo in sede difensiva di aver portato la questione in consiglio (quando prima difendeva strenuamente l’idea che fosse una questione di pertinenza della giunta), rendendo inutile il ricorso.

Ma è un vero raggiro – prosegue il consigliere – perché è stato fatto nell’ombra”. Così nell’ombra che, pare, nemmeno il capogruppo dei Cinque Stelle, il consigliere La Rosa, ne fosse al corrente. La Rosa avrebbe infatti asserito (come da verbale) in conferenza dei capi gruppo, dieci giorni dopo le dichiarazioni dell’amministrazione: “Ci è pervenuta da Enel comunicazione in cui pretendevano che il documento fosse ratificato in consiglio comunale. Secondo noi non è così. Per ora non ci sarà nessun consiglio comunale in merito a meno che il Tar non ce lo imponga”. “Alla faccia della condivisione e della trasparenza”, esclama Piendibene, denunciando la doppia faccia di un’amministrazione comunale che sembrerebbe governata da pochi e che lascerebbe persino il proprio portavoce nell’ignoranza. “Ce ne fossero di La Rosa” – dice poi – “ma non è la prima volta che dimostra di non essere al corrente delle decisioni del suo stesso gruppo”.

Una maggioranza disposta ad affermare tutto e il contrario di tutto senza farsi scrupoli”, la definisce Massimiliano Grasso, che ci informa di come la delibera riguardante la convenzione con Enel sia passata in consiglio solo tramite il bilancio preventivo. “E noi come consiglieri comunali non possiamo impugnare una delibera dello stesso consiglio”. La minoranza preannuncia quindi una serie di conferenze su questo e altri argomenti scottanti nei prossimi giorni, per continuare a mettere in luce gli stratagemmi della giunta Cinque Stelle e l’oligarchia che secondo loro avrebbe colpito la città.

Lorenzo Piroli

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY