Accordo con gli armatori per ridurre le emissioni di zolfo nel Porto

0
155

CIVITAVECCHIA – Civitavecchia fa un grande passo avanti nell’ambito della tutela ambientale: attraverso la sottoscrizione del “Civitavecchia Blue Agreement” infatti, le compagnie navali siglanti l’accordo, sottoscritto per il momento dal Comune, dall’Autorità portuale, dalla Capitaneria di Porto e dalla compagnia GNV, si impegnano a ridurre notevolmente le emissioni di zolfo, già prima di entrare nel nostro porto. L’accordo è stato presentato questa mattina nella sede della Capitaneria di Porto.
“E’ un passo molto importante – ha dichiarato il Contrammiraglio Giuseppe Tarzia – che si appresta a risolvere una delle problematiche più sentite dalla cittadinanza. La questione ambientale è stata sempre una priorità sulla carta, ma ci sembrava giusto trasformare le parole in fatti dando vita ad una misura concreta. Attualmente la prima firmataria dell’accordo è la compagnia GLV, ma abbiamo già convocato diverse sue colleghe al fine di estendere questo provvedimento al più ampio numero di navi possibile. Ci sembrava opportuno sottoscrivere l’accordo già da oggi con chi fosse presente, senza aspettare ancora per evitare di rimandare una misura di cui si parla da anni, anche al fine di dare un ottimo segnale tramite un provvedimento assolutamente volontario che ci auguriamo possa raccogliere sempre più compagnie”.
E’ poi intervenuto il Sindaco Antonio Cozzolino, che ha specificato come questo sia uno dei progetti che “l’Amministrazione conclude volentieri, perché non coinvolgono solo il sistema portuale ma tutta la cittadinanza. Non posso fare a meno di ringraziare anche GNV che oggi ha firmato iniziando questo rapporto, sperando che la prossima settimana il quadro verrà completato anche da coloro che oggi non sono qui, ma che indubbiamente hanno a cuore queste tematiche e vorranno aderire ad una proposta condivisibile da tutti”.
Il Presidente dell’Autorità Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale Francesco Maria Di Majo, infine, ha spiegato come questo accordo sia all’avanguardia, permettendo agli interessati di adeguarsi ancor prima che una misura legislativa analoga prevista per il 2018 renda i provvedimenti previsti obbligatori per tutti: “Questo evento per me è piuttosto importante e sono molto felice di averne preso parte. Le tematiche di carattere ambientale sono chiaramente al centro delle nostre preoccupazioni e questo accordo si inserisce perfettamente nel percorso che intendiamo intraprendere per tutelarle il più possibile. L’assoluta novità poi, risiede nell’ulteriore riduzione di combustibile anche durante la fase di manovra, cioè un’ora prima dell’accesso della nave al porto. Gli armatori che aderiranno all’accordo infatti, si metteranno in regola già prima che la legge lo renda necessario e io mi aspetto una zelante e cospicua partecipazione”.

Giordana Neri

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY