“Abbiamo avuto paura, ma restiamo ad Ischia”

0
432

CIVITAVECCHIA – C’è anche la civitavecchiese Silvia Mobili, giornalista e nota speaker di Radio Capital, nell’isola di Ischia, dove ieri è stata testimone diretta del terremoto che ha provocato due vittime e diversi crolli, oltre a numerosi feriti e oltre 2000 sfollati. Silvia si trova lì da alcuni giorni in vacanza, insieme alla famiglia, ed è stata lei stessa, nel rassicurare amici e famigliari sul suo stato di salute, a raccontare su Facebook quanto vissuto in prima persona.

“Erano quasi le 21:00 e stavamo cenando in un ristorante quando all’improvviso abbiamo sentito un grandissimo boato. E’ andata via la luce e la gente è andata subito nel panico, cercando immediatamente di uscire dal locale nonostante non si vedesse nulla. Io, mio marito e mio figlio siamo rimasti fermi al nostro tavolo. Aspettavamo il dolce e abbiamo continuato ad aspettarlo – racconta con ironia – anche per non mettere in agitazione mio figlio a cui siamo riusciti in questo modo a dare un po’ di serenità”.

Silvia ha poi documentato in un video la paura e il caos tra i tanti villeggianti presenti sull’isola, quasi tutti riversatisi da ieri sera nelle strade e successivamente verso il porto per lasciare Ischia, essendo ormai il timore di nuove scosse il sentimento diffuso e non essendoci più per molti lo stato d’animo migliore per proseguire la vacanza, tra crolli, sfollati e feriti.

Eppure lei ha coraggiosamente deciso di restare: “Non vogliamo farci condizionare dalla paura – spiega – ed è proprio questo che va evitato. Ischia è un’isola che vive di turismo e non può essere abbandonata se comunque le case o gli alberghi dove ci troviamo sono antisismici. Per questo abbiamo deciso di proseguire la nostra vacanza anche se ovviamente lo spirito con cui vivremo questi giorni non potrà che essere diverso”.

Marco Galice

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY