Tempo sereno fino a giovedì, poi rischio nubifragi

0
190

Archiviata l’ultima bolla africana, finalmente abbiamo potuto respirare e gustare le prime brezze autunnali. C’è stata qualche pioggia e acquazzone soprattutto nel settore nord orientale e sulle estreme regioni meridionali, ma nulla che ci abbia preoccupato più di tanto. In alcuni casi le temperature minime sono scese di oltre 10°C. Venti freschi provenienti dai quadranti settentrionali hanno prodotto mari da mossi ad agitati. Sarà così anche la prossima settimana?

Previsioni dal 28 settembre al 4 ottobre 2015

Un inizio settimana avvolti e protetti dall’Anticiclone delle Azzorre anche se qualche nube e pioggia interesseranno marginalmente le regioni adriatiche e quelle estreme meridionali. Gran parte delle regioni però beneficeranno di un clima gradevole di inizio autunno, con temperature nella media stagionale, venti freschi provenienti dai quadranti settentrionali e con i mari tra mossi e poco mossi quasi ovunque. Giovedì però la situazione precipita: l’alta pressione cede all’avanzata di un forte fronte perturbato proveniente dall’Atlantico che si scontrerà con venti meridionali di scirocco si da generare un vortice depressionario sul Tirreno. Piogge e temporali di forte intensità investiranno le coste tirreniche e le estreme regioni meridionali (vedi cartina), potendo provocare anche dei nubifragi. Questo fino a venerdì, poi lentamente la perturbazione ci abbandonerà lasciando per tutto il week end una situazione di instabilità. Vediamo ora la situazione giorno per giorno:
Lunedì. Dai quadranti settentrionali venti freschi ma moderati. Cieli sereni sul versante tirrenico, a tratti coperti invece sul settore adriatico con qualche pioggia locale, stessa cosa sulle estreme regioni meridionali. I mari generalmente poco mossi, mossi quelli della Sardegna. Le temperature al mattino sotto la media stagionale.
Martedì. Ancora temperature al mattino sotto la media stagionale, ma in ripresa durante il giorno. Generalmente sereno sul versante ligure e tirrenico, a parte momentanei annuvolamenti al centro con qualche pioggia pomeridiana. Qualche pioggia anche in Sardegna e tra la Sicilia e la Calabria. I mari sempre da poco mossi a mossi localmente. Le temperature massime non dovrebbero superare i + 25°C.
Mercoledì. Al nord e al centro prevarrà il variabile con qualche temporale nelle zone a ridosso dei rilievi. Ampi rasserenamenti invece sulle coste. Bel tempo sulle regioni meridionali. In serata sono previste le avanguardie del cattivo tempo sia in Sardegna che in Sicilia, con i primi forti temporali. Le correnti fresche provenienti dal nord inizieranno a scontrarsi sul basso Tirreno con quelle di scirocco. I mari meridionali previsti con moto ondoso in aumento.
Giovedì. A causa dei venti di scirocco che bloccheranno le correnti più fresche provenienti da nord siformerà sul Tirreno centro meridionale un vortice depressionario molto forte. Forti precipitazioni sono previste inizialmente sulla Sardegna meridionale, la Sicilia e sulla Calabria Ionica. Successivamente peggiorerà il tempo anche al centro in particolare tra la riviera di levante, la Toscana, il Lazio e parte della Campania. Anche qui si temono nubifragi. Meglio la situazione meteo al Nord, dove sono previste solo leggere piogge e cieli a tratti sereni. Le zone a rischio nubifragi tra giovedì e venerdì
Venerdì. Ancora il maltempo interesserà gran parte delle regioni tirreniche, dall’alta Toscana alla Sicilia con piogge anche di forte intensità che potrebbero causare degli allagamenti. I mari generalmente da mossi ad agitati e le temperature in genere sotto la media stagionale. Allertata la Protezione Civile.
Week End: inizialmente ancora maltempo su gran parte delle regioni italiane, ma già dal pomeriggio di sabato il cattivo tempo allenterà la sua morsa. Domenica dovrebbero tornare in parte i cieli sereni o poco nuvolosi. Le temperature saranno sotto la media stagionale e i mari generalmente mossi. (a cura di Accademia Kronos)

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY