La statua dove la metto?

0
262

CIVITAVECCHIA – Settimo ed ultimo dei Meeting di Navalia, organizzati dall’Associazione Culturale “La Civetta di Civitavecchia” in stretta sinergia con il Casn Lans e grazie alla disponibilità della Società Consortile “Castalia”.
Ulteriore appuntamento aggiunto nel già ricco calendario, il Convegno previsto per mercoledì 3 febbraio, sempre a partire dalle ore 17.30 ed all’interno dei Magazzini Romani, dal titolo“Il viaggio del Samurai. Recupero della Statua gemella di Hasekura Tsunenaga.”. Relatori saranno i giornalisti Sara Fresi e Pietro Cozzolino. Invitati, nello specifico, rappresentanti delle Guardie Zoofile, dell’Amministrazione Comunale di Civitavecchia, del Comitato “Amici di Ishinomaki” e del Coordinamento dei Festeggiamenti per il 400° anniversario dell’inerente sbarco. L’incontro è pubblico e ad ingresso gratuito, come i precedenti, e sarà anchel’occasione per individuare, previo ulteriore coinvolgimento dei concittadini, un luogo ove ricollocare ed oltremodo valorizzare la statua in questione.
Tra le proposte al momento pervenute all’associazione “La civetta” i giardini del Pincio ove, per un brevissimo periodo, fu inizialmente ubicata; Piazza Verdi, in quanto a poca distanza della Chiesa dei Santi Martiri Giapponesi; il complesso includente l’ex Infermeria presidiaria e l’Ospedale vecchio; l’ingresso alla Chiesa dei S. Martiri; alcuni Parchi cittadini, in particolare quello di Boccelle; Piazza Saffi; l’entrata del Porto (giardini di fronte a Piazzale della Pace) ricordando che Tsunenaga venne dal mare.
Sollecitata sulla questione, l’Amministrazione comunale risponde così, per voce del consigliere Raffaella Bagnano e l’Assessore Vincenzo D’Antò. “Riteniamo che sia importante tenere conto soprattutto della volontà della città di Ishinomaki con la quale siamo gemellati. Dalle notizie che abbiamo – spiegano i due rappresentanti dell’Amministrazione – la statua in questione non è mai stata esposta al pubblico, perché furono proprio i committenti giapponesi a chiedere di non farlo, per questioni legali connesse al diritto di autore. Non a caso, poco tempo dopo fecero pervenire una versione definitiva e ufficiale della statua, che fu poi collocata nella sua attuale sistemazione, con la raccomandazione di distruggere la prima. Queste informazioni sono naturalmente ora oggetto di approfondimento da parte nostra, e per questo stiamo anche cercando di capire se in particolare sulla volontà di eliminare la vecchia statua, confermata di recente anche da una rappresentante dell’Associazione che si occupa del gemellaggio ad Ishinomaki, saremo in grado di ottenere maggiori dettagli. Per questo – concludono – onde salvaguardare le relazioni di amicizia con il Comune di Ishinomaki e non esporre l’Ente a possibili problemi legali, invitiamo quanti pur legittimamente si spendono per questa causa, ad attendere l’esito delle verifiche prima di proporre soluzioni che potrebbero rivelarsi impraticabili.”

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY