“Grandangolo”. Adamo Onlus, un cuore immenso che batte a Civitavecchia

0
543

CIVITAVECCHIA – “Grandangolo” si sposta per questa settimana nella sede dell’ADAMO ONLUS, (Associazione Domiciliare Assistenza Malati Oncologici) di Via Molise 12. Ad accoglierci è il Vice Presidente, in carica dal 2008, Angelo Lucignani che ha accettato di rispondere ad alcune domande per la nostra rubrica.
Lo seguiamo passo passo nella sede, un appartamento dell’Ater al piano terra, ben organizzato e suddiviso in vari locali compreso quello dello psicologo. Ci racconta il vissuto di ogni luogo e comprendiamo l’importanza del lavoro di tutti coloro che decidono di dare una mano. Anche Lucignani ha avuto – come racconta – un vissuto accanto a un familiare malato oncologico. Di seguito a quella esperienza drammatica, analoga a quella di tanti altri, ha deciso di mettersi a disposizione per aiutare più persone possibili. “Ciò che conta – afferma – è non chiudersi a riccio nel dolore. Noi dell’ADAMO riscontriamo tanto affetto e la gente ci sta vicino.”

Di cosa si occupa l’ADAMO?

“L’associazione al momento della sua istituzione nel 1999 prestava assistenza a casa, ai malati terminali di tumore. Oggi le principali attività consistono nel trasporto dei malati per la radio e chemioterapia, visite di controllo presso l’Ospedale di Civitavecchia, il Gemelli di Roma e il Belcolle di Viterbo. Ci serviamo di 5 mezzi donati dalla Fondazione Cassa Risparmio di Civitavecchia. Il malato che si rivolge a noi per le cure non deve pagare nulla, salvo donazioni di natura volontaria, che sono sempre assai gradite. Ciascun pulmino porta 8 pazienti ed uno ne porta 5 in quanto è adibito al trasporto delle carrozzelle.”

Quante persone si rivolgono a voi?

“Sono in costante crescita afferma. Lo dimostrano i dati statistici relativi ai risultati conseguiti dall’Associazione, divulgati domenica 22 novembre 2015 in occasione dell’inaugurazione del nuovo mezzo dell’ADAMO presso la parrocchia di San Gordiano. Sinteticamente nel 2015: nel settore sanitario sono state fatte 150 visite psicologiche, 575 ore pari a 186 giorni effettivi di Day Hospital presso l’Ospedale San Paolo di Civitavecchia, prenotazione e ritiro referti sanitari per conto di 350 pazienti; nel settore delle segreterie di Civitavecchia, Monti della Tolfa e Tuscia (Tarquinia e provincia di Viterbo) 4500 ore di ascolto telefonico e una segreteria telefonica h24; nel settore dei trasporti 170.000 Km percorsi dai mezzi dell’ADAMO per garantire 12.000 sedute di radioterapia e chemioterapia presso i tre ospedali.”

Come funziona l’Associazione?

“L’attività si svolge tutti i giorni prevalentemente dal lunedì al venerdì (ore 9:30-11:30) ed almeno due o tre volontari sono sempre presenti in queste fasce orarie per dare qualsiasi tipo di informazione all’utenza. Nelle rimanenti ore funziona h24 la segreteria telefonica: 0766/220384 alle cui chiamate viene dato seguito dai volontari nelle ore di ufficio. E’ possibile raggiungerci anche tramite il sito: www.adamonlus.org e al fax n. 0766/390000. Tutto questo per offrire il massimo di assistenza a chi ne ha bisogno e in ogni momento. Noi abbiamo istituito più sedi dell’ADAMO e precisamente: a Tarquinia denominata Monti della Tuscia e Adamo Monti della Tolfa dove il volontariato va veramente forte.”

Come riesce l’Adamo a sostenere i costi dell’organizzazione?

“Quale Vice Presidente mi preoccupo di raccogliere fondi e organizzare spettacoli il cui incasso viene devoluto all’associazione. I costi dell’affitto dei locali, del carburante per i mezzi trasporto, dello psicologo e del responsabile area sanitaria sono coperti con i fondi provenienti da progetti, accettati dalla regione Lazio e anche grazie al 5 per mille dei contribuenti che ogni anno scelgono di premiare l’Adamo. La nostra associazione è quella che raccoglie più fondi di tutte.”

L’ADAMO è comunque molto attiva anche per altre attività, come l’asilo nido e il Banco alimentare. Che cosa ci dice in proposito?

“A campo dell’Oro in Via Umbria 8/a abbiamo fondato un asilo nido per 35 bambini, convenzionato con il Comune, al fine di ottenere fondi per le attività assistenziali dell’Adamo. Se vi è un bambino o un familiare malato oncologico, questi non paga nulla perché la retta è offerta completamente dalla nostra Associazione. Gli altri invece pagano in base alle norme nazionali. Sempre a campo dell’Oro gestiamo il Banco alimentare ovvero prestiamo assistenza a 36 famiglie del comprensorio in base ai nominativi forniti dai servizi sociali. Distribuiamo a ciascuna famiglia ogni 15 giorni varie derrate alimentari: latte a lunga conservazione, pasta, olio, scatolame, zucchero, frutta e verdura. Laddove vi sono minori, anche prodotti per l’infanzia.”

Da sempre l’Adamo è molto attiva per la raccolta dei fondi. Quale evento state organizzando?

“Il prossimo 30 gennaio l’ADAMO, a sostegno dell’iniziativa nazionale AIRC (Associazione italiana ricerca sul cancro) e grazie alla collaborazione di tanti volontari, si svolgerà la vendita delle arance della salute presso il centro commerciale La Scaglia e Conad il mare a San Gordiano dalle ore 8.30 fino ad esaurimento scorte. Devo dire – aggiunge – che Civitavecchia è una delle poche città italiane che da molti anni mantiene la stessa quantità di arance vendute, in contro tendenza rispetto alle altre zone d’Italia. I fondi raccolti andranno all’AIRC. Per questa occasione abbiamo bisogno di molti volontari. Pertanto, potete rivolgervi direttamente al mio recapito 328/8691404 perché ne abbiamo tanto bisogno!”

Antonella Marrucci

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY