Gioco d’azzardo e giovani: una significativa analisi allo “Stendhal”

0
134

CIVITAVECCHIA – Si è svolto nei giorni scorsi il Convegno sul tema “I giovani, il disagio, la patologia” presso l’Auditorium dell’I.I.S. “Stendhal” organizzato dal Lions Club Civitavecchia Porto Traiano in collaborazione con l’Associazione “Il Ponte” – Centro di Solidarietà onlus, con particolare attenzione alla dipendenza dal gioco d’azzardo.
Dopo i saluti della padrona di casa, Prof.ssa Stefania Tinti, e del Presidente del Club, Alberto Brandolini, sono intervenuti, quali relatori il Prof. Nicola Porro, concittadino e docente di sociologia presso l’Università di Cassino e Lazio Meridionale, e la Prof.ssa Simonetta Bisi, Direttrice della Scuola di Dottorato in Ricerca Sociale dell’Università La Sapienza di Roma, i quali hanno illustrato la condizione giovanile nella società moderna, tracciando un paragone con quanto accadeva qualche anno orsono all’interno della famiglia patriarcale e ponendo l’accento sull’influenza che la moderna tecnologia esercita sui comportamenti dei giovani, stretti tra il desiderio di “omologarsi” e la tentazione di assumere atteggiamenti “devianti”. A seguire il Dott. Claudio Leonardi, Direttore dell’U.O:C. Patologia da Dipendenza della ASL Roma 2, ha spiegato, in maniera molto efficace e comprensibile alla platea gli effetti che a livello neurologico provocano i comportamenti di natura compulsiva e ripetitiva, che sono la caratteristica delle dipendenze di qualsiasi specie, dallo “shopping compulsivo” alla dipendenza affettiva o da lavoro ovvero, ed infine, da gioco d’azzardo.
Dopo un piacevole intermezzo, che ha visto l’intervento di un giovane studente tolfetano dell’Istituto Marconi, che, nel rispetto della tradizione del suo paese, ha declamato una poesia dallo stesso composta sul tema del convegno ed intitolata, appunto, “Gioco d’azzardo”, sono intervenuti i componenti dell’equipe di lavoro dell’Associazione “Il Ponte” (Dottori Cristian Di Pietro, Andrea Salari, Gabriella Fiorucci, Sandra Ravicini, Giovanna Martinez e Donatella Gatti), i quali hanno illustrato il progetto svolto in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Civitavecchia ed approvato dalla Regione Lazio dal titolo “C’è gioco e gioco…quando il gioco diventa un problema”, prima attuazione della L.R. 5/2013 “Disposizioni per la prevenzione ed il trattamento del gioco d’azzardo”. Per circa otto mesi è stato attivato uno sportello d’ascolto presso la sede di Via Amba Aradam, al quale si sono rivolti numerosi cittadini direttamente od indirettamente coinvolti nelle problematiche relative ad una forma di dipendenza, che sta assumendo aspetti veramente inquietanti e di fronte alla quale i giovani sono certamente i più esposti anche attraverso l’uso quotidiano e sistematico dei mezzi tecnologici; anche in considerazione di tale specifica situazione gli operatori sono già intervenuti in 6 scuole, incontrando 1600 studenti di 52 classi nel corso di 150 incontri programmati.
Al termine della conferenza sono stati consegnati dal Presidente i guidoncini del Club al rappresentante della Capitaneria di Porto, ai relatori ed all’equipe di lavoro de “Il Ponte”:
Presenti in sala Don Egidio Smacchia, Presidente dell’Associazione “Il Ponte”, Sandro Valery, Presidente di Zona Lions, e Valentino Carluccio, Presidente Lions Club Civitavecchia Santa Marinella Host.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY