1200 visitatori per il Presepe vivente alle Terme

0
274

CIVITAVECCHIA – Un presepe vivente diverso, quest’anno, alle Terme Taurine, un presepe intimistico, che ha attirato circa 1200 persone nel pomeriggio del 26 e del 27 dicembre. Il tradizionale “Seguendo la Cometa”, organizzato annualmente dalla ProLoco, ha visto una particolare diversità, portatrice di un messaggio di intima pace e amore.
Nessuna classica natività, ma solo sei personaggi che la descrivevano con punti di vista diversi per vedere da un punto di vista diverso il presepe. Nella mangiatoia non più il piccolo Gesù sceso in terra, ma il Gesù in ognuno di noi, rappresentato da tante candele poste nella mangiatoia dal pubblico. Anche i Re Magi sono stati eliminati dalla versione di quest’anno, sostituiti dalle loro mogli che si interrogano su dove siano finiti, dopo essere spariti seguendo la cometa.
“Una natività dai significati ribaltati – ci dice Francesco Angeloni – Una natività sicuramente differente dalle altre perché abbiamo voluto individualizzarla rispetto al classico Natale, rendere più partecipe il pubblico sulla tematica, non proponendo un semplice presepio che si anima. Era un presepe in sui era il pubblico stesso il presepe vivente e il Natale era in ciascuna delle persone che partecipavano”.
Come sempre è stato fondamentale il contributo della Compagnia Avanzi di Scena, che ha dato vita all’iniziativa, con il coinvolgimento dell’Ensemble InCantus che ha accolto il pubblico all’ingresso del presepe.
Immensa la soddisfazione della Pro Loco per questa manifestazione giunta al quarto anno consecutivo e che sta ormai diventando un appuntamento molto atteso. “I ringraziamenti e i complimenti – dichiara la Presidente della Pro Loco Maria Cristina Ciaffi – vanno al regista Francesco Angeloni, ai bravissimi attori della Compagnia Avanzi di Scena e ai figuranti, alcuni dei quali alla loro prima esperienza, a Laura Angeloni e Eleonora Piermarocchi per i commoventi testi, alla costumista Angela Tedesco per il prezioso lavoro sartoriale e la ricchezza dei dettagli e al coro Ensemble Incantus e del loro Incontrocanto. Infine un grazie particolare a tutti gli infaticabili volontari della Pro Loco per la concreta e fattiva collaborazione. Un vero lavoro di squadra che ha consentito la riuscita dello spettacolo.

Lorenzo Piroli

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY