“Una piccola minoranza cattiva…”

0
167

CIVITAVECCHIA – Civitavecchia ed i civitavecchiesi mi hanno regalato enormi soddisfazioni personali, professionali e politiche. Per questo, nei confronti di questa Città ho riversato tutto il mio amore ed il mio impegno professionale e sociale.
Esiste però una piccola minoranza “cattiva”, che fa dell’invidia, del rancore e dell’odio personale il suo stile di vita, trascinando dietro di sé l’intera Città e provocando danni enormi, che poi pagano tutti.
Sarebbe troppo lungo l’elenco delle cattiverie che abbiamo subito la mia famiglia ed io, quindi soprassiedo.
Oggi mi ha particolarmente colpito la notizia dell’assoluzione piena degli amministratori di ETM, del dott. Renda e del suo gruppo di lavoro.
Come noto, da Renda mi divide la appartenenza politica ma mi unisce un senso di rispetto e stima che so essere corrisposto.
Mi ha colpito questa Sentenza. Insomma Renda “ed i suoi” avevano strutturato una serie di servizi (trasporto turisti, merci, ecc.) che – dice la Sentenza – portavano significativi guadagni per la ETM, e quindi per il Comune. Insomma, tutti i cittadini ne traevano vantaggio.
Sono arrivati i soliti tre o quattro beceri e hanno visto del marcio dove non c’era. Giù denunce, indagini e processi. Intanto quei servizi che producevano utile per il Comune, e quindi per tutta la Città, venivano sospesi e poi interrotti; altri hanno così avuto modo di inventarsi quel capolavoro di HCS e così via …
Insomma la stessa storia che ho dovuto personalmente subire quando realizzavo qualcuna delle opere pubbliche che hanno trasformato il volto di Civitavecchia e di cui ancora oggi i civitavecchiesi fruiscono. Invece di apprezzare la Marina, il Pirgo, il Teatro Traiano, il Palazzetto dello Sport … i soliti “benpensanti-finto onesti” trovavano sempre il motivo di polemica e sprigionavano cattiverie da tutti i pori.
Risultato??? Oggi il dott. Renda ottiene un riconoscimento che appariva scontato. Prima di lui, in molti hanno dovuto chiedere scusa al dott. Cutellè, all’Avv. Antonini, al dott. Paolini. Tutti professionisti che conosco bene e stimo umanamente e professionalmente.
Civitavecchia ed i civitavecchiesi – per colpa di quelle tre o quattro “teste bacate” – invece di poter contare su una azienda solida, si trovano quotidianamente a combattere con la mediocrità di chi ha inventato e di chi sta gestendo HCS, e quindi con una tassazione altissima ed insopportabile, dovuta essenzialmente alla mancata risoluzione della vicenda “municipalizzate”.
Ecco, questo è il punto. Se Civitavecchia riuscisse a limitare l’influenza di questi (per fortuna, pochi e circoscritti) “sfascisti”, probabilmente riuscirà a riconoscere le capacità ed il merito dei “suoi migliori figli” e potrà sfruttare a pieno tutte le enormi potenzialità che, negli ultimi anni, i buoni amministratori hanno fatto emergere e che adesso occorre implementare.
Se si lascerà trascinare verso il basso dai rancorosi, invidiosi e mediocri … la strada sarà molto più complessa e ci troveremo, tutti, i giorni a combattere con la cialtroneria ed incapacità che stiamo vedendo purtroppo diffondersi secondo le peggiori logiche.

Pietro Tidei

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY