“Un silenzio che conferma l’imbarazzo e la delusione”

0
281

CIVITAVECCHIA – Non sappiamo se è un caso oppure no, ma da quando il Sindaco Cozzolino ha dichiarato che avrebbe chiesto ad Enel l’elargizione di importi compensativi per le ricadute ambientali della centrale a carbone, è calato un silenzio quasi assoluto da parte di tutte le varie anime del movimento, comprese le associazioni più o meno allineate al pensiero pentastellato.
Un silenzio quasi tombale, interrotto in primis da Antonio Cozzolino al quale sicuramente va dato atto di aver compreso che questa disperata mossa è stata forse l’ultima brutta figura della sua sciagurata gestione, e che adesso più che mai rimpiange il tempo dove era uno dei contestatori a prescindere nelle manifestazioni no-coke, situazione assai più comoda di quella attuale
La domanda che ci poniamo, noi e la maggior parte dei civitavecchiesi, è se la decisione di mettere mano ai soldi dell’Enel sia condivisa e appoggiata da tutto il movimento 5 Stelle, da tutte le associazioni ambientali che a vario titolo hanno attaccato quasi maniacalmente e con molto acredine, le scelte di chi li precedeva e che ora appoggiano la scelta di Cozzolino
Condivisione che non abbiamo ad oggi ancora riscontrato neppure nei consiglieri, né tantomeno negli assessori di giunta, i quali in toni trionfalistici subito dopo la vittoria elettorale spergiuravano che mai e poi mai avrebbero chiesto soldi “ sporchi dal carbone” all’Enel.
Il PD da tempo sostiene che l’ente elettrico debba necessariamente compensare la città per l’impatto del pesante insediamento industriale. La precedente amministrazione, da noi guidata, ha avuto il merito di farsi riconoscere una cifra di gran lunga maggiore di quella attualmente richiesta, con la quale ha potuto, nel pur breve periodo di insediamento, sanare buona parte del disavanzo ereditato e contemporaneamente garantire regolarmente stipendi e oneri contributivi ai lavoratori delle aziende partecipate. Cosa che neanche minimamente è riuscita a Cozzolino & C.
In realtà siamo convinti che questo silenzio sia ben più eloquente di tante parole.
Contemporaneamente però non ci aspettiamo molto di più, a meno che finalmente qualcuno si ribelli alle decisioni e alle strategie ipocrite e incoerenti di chi ha promesso una politica diversa pur sapendo di mentire sfacciatamente.
Forse non sarà troppo tardi, a patto sia subito.

Enrico Leopardo – Segretario PD Civitavecchia

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY