Trasporti Civitavecchia. Smeriglio: “Solidarietà a lavoratori e città. Mio impegno fino in fondo”

0
360

“Seguo con apprensione la vicende che sta vivendo Civitavecchia. Esprimo la mia vicinanza e solidarietà ai portuali e ai metalmeccanici in lotta per un lavoro vero, stabile e adeguatamente retribuito.

Una città che ha pagato in termini di salute e di compromissione territoriale e che ora si trova nella situazione di subire scelte né concertate né condivise.

I cittadini e i lavoratori devono essere rispettati e non è più accettabile alcuna scelta strategica senza aver prima consultato e coinvolto la comunità locale.

ENEL si deve impegnare a realizzare quelle infrastrutture che possono consentire a Civitavecchia di diventare il volano dello sviluppo per tutto il centro Italia a partire dal completamento della Darsena Grandi Masse e la creazione di un Bacino di carenaggio così da completare il Piano Regolatore portuale.

Bisogna sviluppare il massimo di cooperazione istituzionale, dal Comune fino a Bruxelles, affinché il Porto di Civitavecchia sia efficacemente collegato al resto d’Europa.

Si deve accelerare l’ultimazione della Civitavecchia – Orte. Un’opera che collegherebbe il territorio del Tirreno centrale alla rete europea delle infrastrutture TEN-T.

Ma non solo, perché questo tracciato viario deve essere doppiato anche da un parallelo ferroviario proprio per andare incontro ai principi comunitari di mobilità e trasporto. Il porto di Civitavecchia deve puntare a diventare porto “Core”, così da poter accedere a corsie preferenziali di finanziamenti dalla UE.

Dobbiamo lavorare tutti insieme, compresi i vertici dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, per guadagnare sul campo l’upgrade da “Comprehensive” a “Core”. Non è accettabile che il Porto del secondo mercato italiano, quello della Capitale e di tutto il Centro Italia, stia perdendo traffici commerciali vitali.

Farò fino in fondo la mia parte per salvaguardare e rilanciare Porto di Civitavecchia. Sono convinto che ogni istituzione coinvolta saprà agire per il bene della città e dei lavoratori.”

A dichiararlo in una nota è l’europarlamentare Massimiliano Smeriglio

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY