Tidei: “Non è vero che è mancata l’acqua per un guasto di Acea”

0
149

CIVITAVECCHIA – “A Civitavecchia mancherebbe l’acqua per un guasto sulla condotta ACEA, così è stato comunicato circa tre giorni fa dal Delegato Floccari attraverso una nota stampa. Anche in questo caso, le bugie hanno avuto breve durata poichè da verifiche effettuate, non solo non ci sarebbe stata alcuna rottura sulla condotta, ma veniamo a sapere che ACEA fornisce con continuità una portata d’acqua di ben 190l/s, nettamente superiore a quella prevista da contratto che corrisponde a circa 110l/s”. A parlare è il consigliere comunale di minoranza Pietro Tidei, che lancia un duro affondo all’indirizzo del Delegato Fulvio Floccari.
“La vera falla, ahimè – prosegue Tidei – sta nella gestione dell’acquedotto comunale dell’Oriolo, disattivato perché questa Amministrazione non solo non è riuscita ad apportare alcuna miglioria allo stesso, ma non è riuscita neanche a mantenere le tutte le opere che in un solo anno e mezzo io e la mia Giunta eravamo riusciti a fare. Un anno e mezzo fa, trovai l’acquedotto di Monte Auggiano in stato fatiscente e quello dell’Oriolo con la condotta ridotta a un colabrodo e l’acqua 45 l/s di ottima qualità, gettata nel fosso di Stigliano chissà da quanto tempo. Al delegato Floccari ricordo che in soli 18 mesi l’amministrazione Tidei ha realizzato per l’acquedotto le seguenti opere di manutenzione: 3 nuovi filtri di cui due a sabbia e uno a carbone attivo; rimessa in funzione dell’Oriolo; rifatta e automatizzata paratoia di scarico diga;sostituita pompa n° 2 obsoleta con una nuova; sostituito carro ponte funzionale per manutenzioni; sostituzione del sistema automatico per l’immissione del cloro (eliminati in questo modo i trialometani); sostituzione del nastro trasportatore (filtro pressa essiccazione fanghi); montato sistema di lettura a distanza per la lettura della limpidità e misurazione del cloro per avere i parametri in tempo reale e intervenire tempestivamente; continui interventi in condotta atti a prevenire rotture per non lasciare la città senza acqua”.
2Questi ed altri lavori – conclude Tidei – hanno permesso alla città di avere sempre acqua di buona qualità e soprattutto costante, a differenza degli anni precedenti dove le ordinanze di non potabilità erano all’ordine del giorno con acqua inquinata da alluminio e trialometani. Cosa ha Fatto Floccari? Chiedere più acqua ad ACEA e raccontare tante bugie ai cittadini che saranno costretti a pagare di più!”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY