Tidei: “Non ci sono più neanche i soldi per le tredicesime e per gli stipendi”

0
150

CIVITAVECCHIA – Dopo tanti anni nella Pubblica Amministrazione, mai in vita mia avevo visto una superficialità e una totale inadeguatezza come quella con cui si sta amministrando la Città di Civitavecchia da tre anni.
Un disastro epocale che ha dato il colpo di grazia ad una Comunità già in difficoltà.
La gestione delle società comunali è l’emblema del pressappochismo e della incapacità manifesta.
Sul tema del Trasporto Pubblico (ormai al collasso),di cui ho parlato qualche giorno fa, ancora continuiamo a sentire le scuse degli amministratori che attendono nuovi bus dall’ENEL, grazie ad una gara che è in corso da ben tre anni (!!!).
Ogni giorno, ricevo segnalazioni da cittadini, utenti e dipendenti che mi raccontano una gestione che rasenta la follia più assoluta.
Non esiste più una organizzazione, non si sa più chi deve fare cosa insomma, il caos più assoluto per i dipendenti e non solo.
Caos che si trasforma in disservizi inenarrabili per i cittadini, con imposte e tasse che continuano a crescere ormai in maniera parossistica.
Al caos gestionale, si cumula il disastro economico e finanziario.
Agli accertati 52 milioni di deficit – così come indicati dallo stesso dirigente del Comune – andranno sommati tutti gli sperperi degli ultimi due mesi. Consulenze, professionisti, amici, pagati profumatamente per non si sa quale motivo.
Il Risultato??? non ci sono più neanche i soldi per le tredicesime e per gli stipendi.
I lavoratori mi raccontano di storie inverosimili: gli dicono che la colpa è dei Commissari giudiziali che hanno fatto parere negativo (mentre quelli, in realtà, non sapevano nulla); poi la colpa è della cancelliera che si è persa l’istanza; ieri la colpa era della pennetta del Giudice che non inviava la PEC , oggi la colpa sarà del lupo cattivo.
Ma le bugie, anche in politica hanno le gambe piuttosto corte. Anche i lavoratori sembrano aver capito quante e quali sono le menzogne di queste persone che semplicemente non sanno fare niente.
Non sono in grado e il 27 se ne avrà ulteriore conferma, se mai ce ne fosse bisogno.
Spero, per il bene della Città e loro, che ne prendano presto atto, dimettendosi.
Ormai i danni sono così gravi e pesanti che la Città rischia di non rialzarsi più.

Avv. Pietro Tidei – ex Sindaco

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY