Tidei: “Quell’incarico è illegittimo e va revocato”

0
234

CIVITAVECCHIA – Il Consigliere di minoranza Pietro Tidei diffida l’Amministrazione comunale procedere alla revoca immediata della determinazione n° 2527 dello scorso 30 dicembre con il Vice Segretario del Comune ha proceduto all’affidamento di un incarico esterno all’Avvocato di Roma Gianluigi Pellegrino quale legale difensore del Comune di Civitavecchia.
Una nomina illegittima, secondo Tidei, sulla base dell’articolo 27 del Codice degli Appalti che sarebbe infranto in tre punti.
“L’affidamento dei contratti pubblici aventi ad oggetto lavori, servizi forniture, esclusi, in tutto o in parte, dall’ambito di applicazione oggettiva del presente codice, avviene nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità. L’affidamento deve essere preceduto da invito ad almeno cinque concorrenti, se compatibile con l’oggetto del contratto” recita il citato articolo; ma per Tidei la proposta di incarico sarebbe stata presentata solo all’Avvocato Pellegrino.
Inoltre, afferma il Consigliere di opposizione, “lo stesso professionista risulta essere conoscente della dr.ssa Cordella Segretario Generale del Comune di Civitavecchia (sembrerebbe suo difensore di fiducia in altri provvedimenti)”. “Pertanto la stessa avrebbe dovuto astenersi, secondo il nuovo codice di comportamento dei pubblici dipendenti, dall’assumere detta determinazione”.
Infine l’incarico prevede un compenso economico al professionista di 10.000 euro, aggiuntivo però di 3% di quanto lo stesso professionista riuscirà a far recuperare alle casse comunali, e quindi oltre la soglia di 10.000 euro previsto dal Codice degli Appalti.
Motivi per i quali, secondo Tidei, l’incarico va immediatamente revocato. “Trascorsi 5 giorni dalla presente – fa sapere – senza alcun riscontro formale si provvederà alla denuncia delle anomalie e illegittimità riscontrate nelle sedi che si riterrà più opportune”.

Immediata però la replica dell’Amministrazione comunale, affidata a una nota stampa di Palazzo del Pincio: “L’affidamento dell’incarico all’avvocato Gianluigi Pellegrino rispetta tutte le norme di legge, rispetta le regole del Comune circa gli affidamenti esterni di incarichi ed è ridicolo anche solo pensare che un avvocato del calibro di Pellegrino possa essere alle ‘dipendenze’ dell’attuale Segretario Generale del Comune di Civitavecchia. L’incarico dato porta la firma del vicesegretario Riccardo Rapalli semplicemente perchè durante le vacanze natalizie il Segretario Generale Cordella era in ferie e quindi non in servizio. L’amministrazione comunale è convinta che il lavoro effettuato dall’avvocato in questione potrà dare gran giovamento alle casse dell’ente e se il consigliere Tidei ha intenzione di denunciare l’accaduto può farlo anche subito, senza aspettare i cinque giorni indicati. Sarà l’ennesimo buco nell’acqua e l’ennesima denuncia o ricorso che cadrà nel vuoto, fatto solamente per pura campagna denigratoria e senza alcun presupposto di legge a supporto”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY