Tidei: “Cozzolino porti in Consiglio l’accordo con l’Enel”

0
213

CIVITAVECCHIA – “La vicenda del nuovo accordo tra il Comune di Civitavecchia e l’Enel? inizia ad assumere toni grotteschi. I 5Stelle, che si sono sempre autoproclamati campioni di coerenza e di trasparenza, stanno annaspando per giustificare un accordo che probabilmente non avrebbero voluto sottoscrivere, ma che alla fine hanno dovuto firmare per salvare le casse del Comune dalla bancarotta”. Lo dichiara l’On. Marietta Tidei, che torna all’attacco dell’Amministrazione Cinque Stelle.

“Personalmente – prosegue – sono stata sempre convinta che la città dovesse pretendere da Enel quanto dovuto vista la sua presenza imponente sul territorio. Credo tra l’altro che l’Amministrazione avrebbe dovuto pretendere molto di più. Ma solo gli stolti non cambiano idea e non si può mettere di certo alla gogna chi ha avuto un ripensamento, come il Sindaco e la sua maggioranza. Spiace che questo cambiamento di posizione lo abbiano avuto dopo aver tartassato di tasse i cittadini ma comunque meglio tardi che mai. Quello che mi fa sorridere e’ il fatto che il sindaco Cozzolino si ostini a definire questo nuovo accordo come un accordo di attualizzazione di una convenzione precedente, sulla quale comunque alcuni dei suoi assessori e il movimento no coke avevano fatto fuoco e fiamme. Perché nascondersi dietro una foglia di fico? Perchè Cozzolino non ci mette la faccia? E, soprattutto, perchè Cozzolino si rifiuta di portare questo accordo in Consiglio comunale, che per legge è l’unico organo preposto alla ratifica di questo accordo? Che il Movimento 5 stelle sia in grandi difficoltà lo si evince anche dalle dichiarazioni del delegato per l’attuazione del programma che afferma che la maggioranza non vuole andare in Consiglio comunale con l’accordo perchè questo creerebbe problemi alla maggioranza stessa, costringendo il primo cittadino ad ammettere di fronte alla città e probabilmente anche a qualche ex collega lanciatore di monetine, che l’Amministrazione ha fatto una scelta che non non era contenuta nel programma elettorale.

“Cozzolino – conclude Marietta Tidei – cambi atteggiamento: si presenti in Consiglio con l’accordo e dia spazio a una discussione serena sui rapporti tra la città e Enel: si tolga quell’alone di santità che è solo apparenza e quell’atteggiamento doppiopesista che lo fa apparire forcaiolo nei confronti dei suoi avversari politici, soprattutto del PD, e molto indulgente nei confronti di altri. Un sindaco deve scendere in prima linea in relazione alle scelte che compie, non nascondersi sperando che il ciclone passi senza lasciare danni. Capiamo che è più facile fare il leone dalla tastiera e inveire dai social network rispetto ad amministrare e risolvere i problemi ma l’atteggiamento di Cozzolino sulla questione sta diventando ridicolo”.?

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY