Righetti: “Petrelli era in maggioranza quando è partito l’iter del forno”

0
186

CIVITAVECCHIA – E’ incredibile che Vittorio Petrelli sollevi “la questione ambientale del forno crematorio”, incredibilmente irrisoria per il nostro territorio calcolando anche la minore espansione del cimitero tradizionale che va calcolata nella bilancia dell’inquinamento generale.
Ricordiamo alla cittadinanza che comunque l’iter del forno crematorio è iniziato con l’amministrazione Tidei, di cui Petrelli era delegato. Un iter che prevedeva casse di zinco ed un maggior numero di cremazioni, quindi maggior inquinamento dell’attuale progetto.
Ricordiamo inoltre alla cittadinanza che la firma di Vittorio Petrelli è incisa nella pietra di quel consiglio comunale che sancì la riconversione della centrale di TVN a carbone: una scelta devastante per la salute della città e che porta anche la sua firma.
Che Petrelli parli di inquinamento ambientale, quando 30 anni di attività del forno crematorio neanche potranno essere paragonati all’inquinamento prodotto in metà mattinata dalla centrale di TVN, sa di insulto che non possiamo proprio accettare.
A Petrelli arriverà una risposta alle sue osservazioni ufficiali per i canali formali, così come da lui richiesto e così come legittimo. Ma troviamo quanto mai ridicolo che a sollevare la questione ambientale sia proprio uno di quelli che ha posto la sua firma sulla delibera peggiore dal punto di vista ambientale della storia di Civitavecchia e che faceva parte della maggioranza quando fu fatto partire l’iter del forno crematorio.

Fabrizio Righetti – Consigliere Comunale M5S

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY