Nunzi: “Il gruppo dirigente dell’Adsp dovrebbe dimettersi”

0
194

CIVITAVECCHIA – Da Tullio Nunzi, portavoce del movimento politico “Meno poltrone più panchine”, riceviamo e pubblichiamo:

“Ho sempre apprezzato gli interventi del consigliere comunale Patrizio Scilipoti, per avere la capacità di esprimere, con crudezza, senza giri di parole la realtà del porto di Civitavecchia.
Per una serie di ragionino so se volute, o casuali ad ogni suo intervento faceva riscontro un intervento del presidente dell’Adsp, di tutt’altro tenore.
Il vicepresidente della Compagnia portuale sollecitava la questione delle banane, il presidente dell’autorità magnificava l’accordo con il Car e Barcellona; Scilipoti criticava la gara per l’affidamento delle operazioni di scarico di carbone, il presidente esaltava l’incontro con l’ambasciatore americano.
Il Vicepresidente della Compagnia evidenziava, giustamente, l’importanza del servizio della pesatura pubblica il Presidente annunciava l’arrivo di nuovi traffici.
Non so se le critiche di Scilipoti sono condivise dalle altre imprese portuali, dalle imprese dei servizi, che farebbero bene ad esprimersi, ma per l’esperienza e la conoscenza del settore portuale e logisitico, quando ero responsabile diConfcommercio, il porto di Civitavecchia, vive una situazione di difficoltà, grande difficoltà, rispetto agli altri porti. E se non fosse per l’aspetto crocieristico, e tutti i servizi connessi avrebbe dovuto chiudere.
Unico appunto all’intervento di Scilipoti, la mancanza di soluzioni; non so se per ragioni politiche, o per un lapsus calami, nella conclusione del suo preciso intervento, avrebbe dovuto proporre le dimissioni del gruppo dirigente dell’Adsp, anche se aleggiano nelle sue parole.
Ricordo che per molto meno nel passato diversi presidenti furono obbligati a lasciare la loro carica”.

Tullio NunziMeno poltrone più panchine

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY