“Menditto si arrampica sugli specchi”

0
200

CIVITAVECCHIA – Da bravo esponente del partito degli slogan lo smemorato Menditto non si smentisce. Invece di rispondere alle obiezioni mosse, egli recita a memoria una serie di frasi fatte che definire sciocchezze è poco.
Parla dell’acqua ai privati accusando il governo e la Regione senza sapere di cosa parla e senza ricordare che l’acqua all’Acea passerà, comunque, durante l’amministrazione 5 stelle. Lui, esponente di un partito con a capo un autoproclamatosi leader supremo, dove i candidati si scelgono con un click e dove il “capo” può cambiare anche le decisioni democraticamente prese, accusa il PD di avversione alla volontà popolare. Forno crematorio, soldi dell’Enel, accordo con il porto; municipalizzate… avete fatto tutto senza coinvolgere nessuno ed in aperto contrasto con il vostro programma e Menditto ha l’ardire di citare la volontà popolare.
In accordo con i sindacati avete fatto fare un referendum ai lavoratori delle partecipate che conteneva precise assicurazioni salvo disattenderle subito dopo. Avete nascosto documenti, avete evitato di prendere i provvedimenti richiesti dalla stessa Segretaria Generale per il recupero delle somme indebitamente elargite ai liquidatori e parlate di trasparenza ed onestà… Ma ci faccia il piacere consigliere Menditto!
Siete rosi dal livore per non aver ricevuto dall’attuale presidente (come del resto anche dal suo predecessore) i soldi derivanti da un accordo con chiari profili di illegittimità e tirate fuori il problema della violazione delle prescrizioni VIA sulla elettrificazione delle banchine di cui non avevate parlato prima. Non chieda a noi se siamo favorevoli alla elettrificazione delle banchine, lo chieda prima al suo collega Floccari, magari chiedete anche a Beppe Grillo il e poi fateci sapere la vostra decisione finale. La nostra posizione si può leggere nel programma del PD e nelle note da sempre inviate sulle problematiche ambientali che, a chi come lei indugia tra le braccia di Morfeo, sono chiaramente sfuggite.

Il Gruppo consiliare Pd

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY