Mecozzi: “I disagi nelle scuole frutto di una mancata programmazione”

0
111

CIVITAVECCHIA – Scuole chiuse a causa del mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento e dunque Civitavecchia come Roma, stessi problemi stessa classe politica a governare. Appare singolarmente strano che gli impianti di riscaldamento delle scuole cittadine Calamatta, Manzi, S. Gordiano e Don Milani, si siano rotti tutti nello stesso momento creando disagi pesantissimi alle centinaia di studenti rientrati a scuola dal periodo delle vacanze natalizie. Brutta sorpresa, per la quale verrebbe da pensare più ad una mancata programmazione degli interventi manutentivi degli impianti che ad altro, e nell’occasione viene nuovamente messa in luce l’incapacità di dare soluzione a questioni che per una Amministrazione attenta dovrebbero essere attività di routine. L’Assessore ai Lavori Pubblici Ceccarelli, totalmente impegnato a chiudere il buco di via Giordano Bruno, sembra lontano mille miglia dalle questioni di pubblico interesse e le perdite idriche gelate, la viabilità disastrata, i riscaldamenti non funzionanti e non vado otre per non infierire lo certificano. Questa scarsa attenzione ai servizi, per i quali i Civitavecchiesi pagano tasse altissime, altro non fa attestate con quanta superficialità si cerchi sbadatamente di governare e tentare dare risposte che la gente si aspetta di ricevere con l’ unico risultato di continuare a scivolare su bucce di banane che oggi sembrerebbero essere sparse un po dovunque in città.

Mirko Mecozzi – Consigliere Comunale Polo Democratico

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY