“L’Amministrazione organizza il crumiraggio contro i lavoratori Helyos”

0
101

CIVITAVECCHIA – Nei rapporti col mondo del lavoro questa amministrazione si sta permettendo atteggiamenti e decisioni che non avremmo permesso a nessun’altra di avere e prendere.
Contro i lavoratori della Helyos, in sciopero per il pagamento dei salari, organizza il crumiraggio, facendoli sostituire durante l’azione di lotta.
I lavoratori dell’ex osservatorio ambientale sono stati messi sulla strada, dall’oggi al domani, senza che ne sia stata stabilita una loro ricollocazione.
Gli operai ex Privilege, ai quali Cozzolino e compagni tanto avevano
promesso e sui quali hanno lucrato in termini elettorali, sono passati di moda. Da Palazzo del Pincio, desolatamente muto e impotente, non uno straccio di progetto, non un’ idea forte che dia speranza ai disoccupati.
Contro i dipendenti di Civitavecchia infrastrutture l’atteggiamento è lo stesso che tenevano i padroni un tempo, quando costruivano reparti confino per liberarsi di lavoratori che ponevano questioni importanti sull’organizzazione del lavoro, sul salario, sulla salute in fabbrica. Da mesi l’atteggiamento dell’amministrazione nei confronti di questi lavoratori è di vero e proprio mobbing, esasperandoli senza pagarne gli stipendi, senza una risposta sul loro futuro lavorativo. L’ultima “perla” la sospensione di uno di loro , cui esprimiamo il nostro sostegno e solidarietà , per aver osato criticare pubblicamente l’azienda.
Ormai siamo oltre le normali relazioni sindacali, che talvolta possono essere anche molto aspre. Qui siamo al delirio del delitto di lesa maestà, un’insofferenza alle critiche, un nervosismo che non si trattiene più verso chi, a diverso titolo, esprime giudizi negativi sull’amministrazione . Un esempio ne è quel delegato che su Facebook, il network in cui gli esponenti dell’amministrazione sono sempre presenti a presidiare il fortino, ad una lavoratrice di Helyios che protesta per il mancato pagamento del salario , dice ” Fai ride”.
Ma quelli che, dai banchi della maggioranza, alzano il pugno chiuso per votare sì, condividono? Quelli che nella maggioranza erano sempre in prima fila a combattere soprusi e ingiustizie, spesso confondendo il proprio ruolo col sindacato o sostituendolo, condividono la politica antioperaia dell’amministrazione?
Senza nessun desiderio di voler insegnare il proprio mestiere agli altri, riteniamo che il sindacato dovrebbe cominciare a intraprendere azioni forti in difesa del lavoro in città.

Circolo Sinistra Ecologia e Libertà- Sinistra Italiana

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY