Il Codacons: “Atti intimidatori contro l’asilo nido La casa dei folletti”

0
463

CIVITAVECCHIA – E’ la seconda volta, in dieci giorni, che all’asilo nido “La casa dei folletti” vengono sigillate, da ignoti, mediante l’utilizzo di colla liquida e probabilmente nottetempo, le porte di accesso esterne. La prima volta era accaduto il 31 dicembre, ma stavolta la struttura ha deciso di sporgere denuncia contro ignoti presso i Carabinieri.

Sulla questione prende posizione il Codacons Civitavecchia, il quale ricorda che “in questo asilo, il 15 novembre scorso, si era svolta un’importante conferenza stampa, alla presenza dei maggiori rappresentanti istituzionali e di altri gestori di asili del territorio, volta alla diffusione del progetto ‘Valorizzazione latte d’asina’, promosso dal Codacons per sperimentare e risolvere le problematiche legate alla nutrizione dei più piccoli con latte vaccino grazie al prezioso latte d’asina, ed incidere anche sulla possibilità di intervenire a livello legislativo con agevolazioni amministrative, finanziarie e fiscali per gli allevamenti e la filiera, che possano portare ad un incisivo abbassamento del prezzo finale, attualmente intorno ai 30€ al litro”.

In occasione della presentazione del progetto, inoltre, l’Associazione aveva comunicato il crescente impegno su Civitavecchia, anche aiutando la prima fascia dell’età evolutiva, offrendo visite gratuite in collaborazione con la Fisio fast Terapy, a quei genitori che si accorgano che il piccolo manifesta delle difficoltà motorie o relazionali, e ciò attraverso valutazioni sia di logopedisti, che di specialisti della colonna vertebrale e dell’appoggio plantare.

“Nell’occasione – proseguono dal Codacons Civitavecchia- l’asilo nido ora oggetto di spregevoli atti di stampo mafioso, aveva dato la piena disponibilità ad ospitare gli specialisti per le visite gratuite. Il Codacons apprende la notizia degli atti intimidatori con profondo rammarico e vicinanza alla gestrice dell’Asilo e a tutte le sue collaboratrici, auspicando che sia fatta luce sull’identità dell’autore dei vili atti, e che le forze dell’Arma possano tutelare la struttura per il futuro. Certamente, l’Associazione non si fa intimidire e non indietreggia nella promessa di aiuto alle famiglie dei più piccoli, invitando chiunque possa avere dei dubbi sulle loro difficoltà motorie e relazionali, a telefonare all’ 800.582493 per prenotare una visita”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY