Forno crematorio, Menditto “sposa” il documento del Dott. Ghirga

0
106

CIVITAVECCHIA – Ringrazio il Dott. Ghirga per il prezioso contributo che ha fatto pervenire a nome di ISDE – Medici per l’Ambiente al Consiglio Comunale aperto sul forno crematorio. Condivido pienamente lo spirito e le conclusioni del documento, tuttavia rimango un po’ perplesso alla lettura di alcuni dati che potrebbero ingenerare allarmismo e preoccupazione ingiustificate, in quanto fanno riferimento a realtà, come gli Stati Uniti, in cui la normativa ambientale sulla realizzazione dei crematori è assai meno stringente. Quindi su questo punto aspetto di leggere la versione ufficiale del documento.
Ad ogni modo finalmente il dibattito viene arricchito da un contributo obiettivo di una autorevole associazione ambientalista e che fa riferimento a pubblicazioni scientifiche. Spero che questo possa essere di aiuto a tutti coloro che vorrebbero impedire la realizzazione di un’opera il cui progetto, mi preme ricordare, l’attuale Amministrazione si è ritrovato già ampiamente autorizzato e che si potrebbe bloccare solo risarcendo un ingente danno alla ditta appaltatrice, quindi attingendo alle tasche dei contribuenti.
I cittadini spaventati dal forno crematorio spesso trascurano il fatto che anche la tradizionale sepoltura genera inquinamento, non aiutati affatto da quelli che sulla loro paura stanno giocando strumentalmente per lanciare un attacco politico a questa Amministrazione, magari le stesse forze politiche che hanno chiuso entrambi gli occhi sulle peggiori nefandezze ambientali approvate sul nostro territorio o quelle che hanno dichiarato a suo tempo l’interesse pubblico dell’opera votando un forno crematorio di capacità pari o persino superiore a quello attuale e che adesso vanno a spulciarsi ogni riga del nostro programma elettorale nella spasmodica ricerca di un cavillo che possa crearci delle difficoltà.
A lor signori consiglio di mettersi l’anima in pace, perché io che ho contribuito alla stesura di quel programma, posso garantirgli che del forno crematorio non c’è traccia, perché quando parliamo d’inquinamento la nostra mente di default ha ben altre immagini davanti.
Per tornare al contenuto del documento del Dott. Ghirga, sposo pienamente i cinque punti suggeriti per ridurre l’inquinamento che ne costituiscono le conclusioni ed anticipo che questa Amministrazione si spenderà in Conferenza dei Servizi, e non solo, affinché questi punti, insieme ad altri sui quali pure stiamo ragionando da tempo, vengano rispettati, così finalmente anche nella nostra città sarà ben chiaro a tutti come si può e come si deve comportare un Sindaco nel pieno delle sue funzioni a tutela della salute dei cittadini.

Dario Menditto – Consigliere Comunale M5S

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY